Tu sei qui

MotoGP, Miller: tolta la placca, operazione riuscita

Il dottor Mir è intervenuto sulla spalla di Jack: "fra un paio di settimane potrà già fare cross"

L’inverno è il momento migliore per… un passaggio in ospedale. I piloti infatti sfruttano spesso lo stop imposto dai regolamenti per sistemare gli inconvenienti del mestiere. Dopo il compagno di squadra Crutchlow, anche Jack Miller si è sottoposto a un intervento. L’australiano, all’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona, è entrato in sala operatoria per rimuovere una placca di titanio dalla spalla destra.

È stato il dottor Xavier Mir a spiegare l’intervento: “abbiamo rimosso la placca dalla clavicola dopo un anno. La frattura aveva avuto delle complicazioni, con il danneggiamento di alcuni legamenti che abbiamo provveduto a ricostruire”.

Quella spalla me l’ero rotta in Moto3 nel 2012 per la prima volta e poi lo scorso anno a Indianapolis – ha ricordato Miller – Ho continuato a correre, ma non ero guarito perfettamente e la placca si era piegata. Poi ero caduto a Jerez nei test di fine stagione e la placca era uscita spaccando l’osso in due. Per questo mio ero operato e mi erano state messe due vite per risaldare la frattura. Alla fine di questa stagione, però, hanno incominciato a darmi qualche problema. Sono veramente felice di essermi finalmente sottoposto a questa operazione per togliere la placca di titanio dalla spalla. L’intervento è andato bene e non ci metterò molto a rimettermi in forma. Spero che il recupero sia veloce e concentrerò tutta la mia attenzione sul 2015. È il momento perfetto per vedere come diventare più forte”.

Mir ha poi dato qualche ragguaglio sui tempi di recupero: “Jack mi ha già chiesto quando potrà salire sulla moto da cross! Penso che potrà tornare ad allenarsi nel giro di un paio di settimane”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti