Tu sei qui

Ducati, 26 anni di SBK in parata al Motor Show

In passerella al Motor Show di Bologna le moto che hanno segnato i successi Ducati tra le derivate di serie

Era il 1990 quando il francese Raymond Roche, in sella alla 851 realizzata dalla coppia Bordi -Tamburini, regalò alla Casa di Borgo Panigale il primo di una lunga scia di vittorie nel Campionato del Mondo delle derivate di serie, spodestando dal trono Freddy Merkel e la Honda RC30 del Team Rumi. Da allora, una lunga storia fatta non solo di piloti leggendari, ma anche di moto che hanno lasciato in molti casi un solco profondo anche sulla grande serie. Miti come la 916 o la 1098, restano tutt'oggi mezzi che esercitano ancora un forte appeal tra gli appassionati di moto sportive.

PARATA DI STELLE - L'edizione 2014 del Motor Show di Bologna, dal 6 al 14 dicembre, sarà l'occasione per tutti di rivivere l'epopea Ducati in SBK attraverso l'esposizione di modelli che hanno segnato la storia di Borgo Panigale nelle corse: nell'area riservata presso il padiglione 26, andrà in scena la Superbike Celebration World, con le varie 851, 888 di Roche e Polen, la prima 916 di Carl Fogarty e la 999 di Troy Bayliss, sino poi ad arrivare alla 1098 di Carlos Checa, è all'ultima 1199 Panigale Factory di Giugliano e Davies.

GUEST STAR - A far bella mostra di sè tra tante prime donne, anche la nuova 1299 Panigale S, la nuova bicilindrica presentata al recente EICMA. L’ultima nata della Casa di Borgo Panigale, con motore Superquadro da 1285 cm³ e 205 CV dichiarati, spinge verso nuove vette le prestazioni offerte dall'intramontabile progetto di motore bicilindrico 4 valvole a distribuzione desmodromica. Un'unità che affonda le radici proprio in quella versione da 851cc che trionfava nel 1990 con Roche e che vide i primi vagiti a metà degli anni '80. Da allora, grazie all'esperienza in SBK è arrivata oggi ad essere metro di paragone tra le sportive di serie


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti