Tu sei qui

MotoGP, Rossi firma la "Remuntada" a Monza

Valentino porta la Fiesta in testa al Rally, ma un errore sull'ultima speciale riapre la sfida con Kubica

Nel secondo giorno del Monza Rally Show, è andata in scena la “Remuntada” di Valentino Rossi. Dopo i 2”8 rifilati venerdì da Kubica, il pesarese è salito in cattedra nella seconda tappa, dove ha ottenuto i migliori riferimenti in quattro delle cinque prove in programma. Resta il rammarico per un errore sull’ultima speciale della giornata, dove il 46 ha lasciato per strada alcuni secondi, riaprendo così la gara. In rimonta Tony Cairoli. Nonostante un contatto con “Uccio”, l’otto volte campione del mondo motocross è risalito fino al sesto con l’obiettivo dichiarato di arrivare quarto, 35° Block.

Giornata positiva quella di oggi, soprattutto un gran ritmo nelle prove lunghe.

"Si, sono molto soddisfatto per il lavoro che abbiamo svolto. Non era facile, perché anche Robert ha spinto sull’acceleratore. Sulle speciali della Grand Prix però ho ottenuto i migliori crono e questo mi incoraggia per il finale di domani".

C’è comunque dispiacere per l’errore nell’ultima prova di ieri. Cosa è successo di preciso?

"Siamo arrivati troppo forti all’entrata della Junior, in seguito abbiamo toccato il rail e siamo rientrati in pista con la macchina che faceva addirittura la scintille. È un peccato, perché avevamo un considerevole vantaggio su Kubica e questo faceva ben sperare per la conclusione del rally. Io comunque sono ancora ottimista, perché siamo davanti ed è sicuramente meglio che stare dietro a recuperare".

Domani il meteo prevede pioggia per tutta la durata della gara. Dopo quanto visto venerdì pensi che Kubica possa essere il favorito?

"Sul bagnato Robert ha un gran passo e su questo non c’è alcun dubbio. Questo però non mi spaventa, perché possiamo amministrare importanti secondi di vantaggio. Ovviamente bisognerà evitare il minimo errore, in modo da non compromettere quanto fatto nel weekend".

Lo sconfitto tra i due avrà comunque modo di rifarsi nel Master Show, la classica sfida uno contro uno sul rettifilo centrale dei box.

"Quello è vero, però io spero nella doppietta. Lo scorso anno Sordo mi ha battuto, quest’anno cercherò quindi di prendermi la rivincita. So che non sarà facile, perché nel Master ogni errore lo paghi caro, però ci proviamo. Non bisogna comunque sottovalutare i rallisti, che danno gran filo da torcere".

Infine saluterai Hamilton, che farà da apripista.

"Lewis lo conosco molto bene, ho un ottimo rapporto e mi fa molto piacere rivederlo. Mi spiace che non possa correre, perché ci saremo sicuramente divertiti".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti