Tu sei qui

BMW Uber Alles: dal TT alle EVo in SBK

Premiati a Monaco i primi venti classificati tra 69 partecipanti con un prize money da 100.000 euro

Iscriviti al nostro canale YouTube

Sei continenti, venti paesi, quindici campionati, duecentosei gare, sessantanove partecipanti, e sessantadue piste. Questi sono i numeri del BMW Motorrad Race Trophy, competizione riservata ai clienti su due ruote della Casa di Monaco.

Lo scorso fine settimana, in Baviera, una cerimonia di premiazione ha chiuso la prima edizione di questa fortunata iniziativa – la prima nel suo genere – in linea con la politica di estensione di supporto ai propri clienti portata avanti da BMW in questi anni.

“Siamo qui per celebrare i piloti BMW e i successi che hanno ottenuto nel 2014, grandi risultati nei rispettivi campionati e nel BMW Motorrad Race Trophy – ha dichiarato Heiner Faust, responsabile vendite e marketing di BMW Motorrad – Voglio ringraziarli tutti, perché grazie alla loro dedizione è stato possibile costruire la più grande comunità internazionale di piloti. Offriamo supporto tecnico a circa 150 squadre private con il nostro network di esperti, e BMW ha formato una comunità globale di piloti e clienti che corrono con la RR e la HP4”.

Tra gli highlights della stagione sportiva, Faust ha sottolineato la storica tripletta di Michael Dunlop al TT dell’Isola di Man con la RR, e le sette vittorie nella categoria EVO del mondiale SBK del team BWM Motorrad Italia. Poi, Ryuichi Kiyonari ha regalato a BMW la prima vittoria nel BSB, mentre Lucy Glöckner ha ottenuto una doppietta storica a Zolder nell’IDM Superstock 1000. Da non dimenticare nemmeno le numerose vittorie nel World Endurance Championship (EWC) ed altre competizioni nazionali ed internazionali”.

Gli incentivi a prendere parte al trofeo vanno comunque oltre la gloria ed il prestigio delle competizioni. Alla premiazione, i primi venti nel trofeo – rappresentanti di dodici nazioni e nove campionati – hanno diviso un prize money di centomila euro complessivi. La vittoria è andata al tedesco Markus Reiterberger, in pista sia nell’IDM SBK che nel EWC.

“Sono ovviamente orgoglioso di essere il primo vincitore del BWM Motorrad Race Trophy – ha dichiarato Reiterberger, che si è portato a casa un assegno da ventimila euro – Il concetto del trofeo è innovativo. Ci consente di competere contro altri piloti BMW da tutto il mondo, così non guardi solo ai risultati del tuo campionato ed ogni fine settimana competi su più fronti. Siamo come una grande famiglia che corre in tanti campionati diversi e raramente ha l’opportunità di conoscersi. Per questo è fantastico poter celebrare la stagione tutti insieme”.

Molta la carne al fuoco per il prossimo anno. Innanzitutto, la nuova S 1000 RR debutterà nel campionato SBK ed in altre competizioni nazionali. Inoltre, verrà ampliata l’offerta di incentivi per i partecipanti al trofeo con una classifica costruttori, l’aggiunta di nuovi campionati, un nuovo sistema di punteggi studiato per rimediare ad eventuali cancellazioni di gare, e maggiori bonus economici.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti