Tu sei qui

Moto3, Bastianini a Valencia: debutto con Honda

"Mi è subito piaciuto il telaio". Alex Marquez continua l'apprendistato sulla Kalex Moto2

Bastianini a Valencia: debutto con Honda

Si concluderà oggi alle 17 la due giorni di prove che vede le Moto2 e le Moto3 in pista a Valencia. Per Enea Bastianini è stata l’occasione per salire per la prima volta sulla Honda, dopo avere corso la stagione di debutto con la KTM.

Mi sono divertito molto! – le sue parole dopo avere completato 53 giri -  La Honda è una moto completamente diversa da quella a cui ero abituato, ma abbiamo potuto iniziare a scoprirla, percorrendo tanti chilometri e facendo un buon lavoro. In particolare, mi è piaciuto subito il comportamento del telaio. Abbiamo cercato innanzitutto di prendere confidenza con la moto, ma abbiamo già iniziato a intervenire con le prime modifiche per adattarla alle mie esigenze”.

Rimanendo nel team Gresini, Xavier Simeon è passato dalla Suter alla Kalex che guiderà nel 2015.

È stata una prima giornata molto positiva, nella quale abbiamo sostanzialmente iniziato a prendere confidenza con la moto – ha spiegato - siamo partiti da un assetto standard consigliato da Kalex, dopodiché ci siamo mossi in varie direzioni per valutare il comportamento della moto in relazione alle modifiche. Le prime sensazioni sono buone: è una moto molto sensibile e sincera nelle reazioni e il risultato sono stati tempi sul giro già molto simili a quelli segnati nell’ultimo Gran Premio del 2014, dove siamo stati molto competitivi. Possiamo essere soddisfatti: cercheremo di fare ancora tanti chilometri con l’obiettivo di approfondire la conoscenza della Kalex e di accumulare esperienza”.

Alex MarquezSempre in Moto2, l’iridato della classe cadetta Alex Marquez sta continuando la conoscenza con la Kalex e il team Marc VDS. Non è mancata una caduta.

“Sono veramente contento dei miglioramenti che abbiamo fatto sull’asciutto – ha detto lo spagnolo – Mi sento bene sia con la moto che con la squadra. Abbiamo fatto un buon lavoro e dobbiamo continuare su questa strada, migliorando passo dopo passo”.

Naoya Kaneko, il suo capo meccanico, ha aggiunto: “Alex ha fatto un buon lavoro. Il suo ritmo non è male con una differenza di soli due o tre decimi fra un giro e l’altro. Da parte nostra, stiamo cercando di capire meglio lui e le sue esigenze. Penso stiamo andando nella giusta direzione, migliorando progressivamente ma c’è ancora molto spazio per progredire”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti