Tu sei qui

SBK, Vacanze finite, Kawasaki e Ducati in pista

Cominciano i test ad Aragon con Rea al debutto sulla ZX10-R. La prossima settimana a Jerez

Le vacanze sono finite – o rimandate alla breve pausa forzata che va dal 21 dicembre al 4 gennaio – ed i piloti della Superbike sono pronti a rimettersi tuta e casco e lavorare in vista del 2015. La prossima stagione, infatti, prevede ulteriori modifiche al regolamento per abbassare i costi (più che altro in teoria, viste le spese di R&D ed alcune mancate sinergie nel calendario) e livellare le prestazioni.

Tra le più vistose, ricordiamo l’utilizzo obbligatorio di pistoni e bielle di serie (o in materiali diversi, a patto che il peso resti uguale), i limiti alla trasmissione (un solo set di rapporti, con possibilità di cambiare corona e pignone), e l’introduzione di un price-cap sull’elettronica (che resta però nelle mani di ciascuna casa) di ottomila euro.

I primi a verificare lo status del nuovo progetto sono, a partire da oggi, Kawasaki e Ducati. Entrambe le squadre scenderanno in pista ad Aragon con i piloti ufficiali, rispettivamente Tom Sykes e Jonathan Rea, e Davide Giugliano e Chaz Davies (Althea invece è a Valencia con Terol e Baiocco).

“Sono contento di rimettermi immediatamente in sella – ha commentato Sykes – Questa stagione è finita tardi, e ci sembrerà di ripartire per l’Australia tra non molto. Abbiamo fatto alcune modifiche alla ZX10-R quindi tornerò ad occuparmi di sviluppo. La moto 2015 è migliorata molto quest’anno e David Salom ha fatto un ottimo lavoro, raccogliendo dati che saranno utili al nostro progresso”.

Per quanto riguarda Ducati, che quest’anno ha utilizzato un’elettronica stretta parente di quella MotoGP, si tratterà innanzitutto di preservare i vantaggi competitivi all’interno del nuovo kit, un’operazione che il responsabile Ernesto Marinelli in Qatar definì “molto costosa”. A Borgo Panigale, poi, si lavora sempre sulla potenza, e nel 2015 la Panigale sarà equipaggiata con nuovi scarichi (come nel caso della MotoGP, si passa da Termignoni ad Akrapovic) visti in anteprima dal Mugello.

Kawasaki e Ducati non sono comunque le uniche Case a provare. La prossima settimana, a Jerez, oltre a loro scenderanno in pista anche Aprilia (con Red Devils), Honda, e Suzuki.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti