Tu sei qui

Tech-Air: l'Air Bag di Alpinestar indipendente

Il sistema è integrato in un Gilet protettivo. Nessuna installazione sulla moto, si gonfia in 25 millisecondi

Tech-Air: l'Air Bag di Alpinestar indipendente

Se da un lato il mondo delle due ruote continua il suo percorso di sviluppo in ambito prestazionale, con elettronica e dinamica di guida sempre più affinata, come testimoniato anche dall'ultimo salone Eicma di Milano, dall'altro, vi è un settore per cui l'investimento tecnologico, la ricerca, lo sviluppo rimangono paradossalmente nell'ombra fino a quando determinati prodotti non vedono la luce, la commercializzazione.

Stiamo parlando del settore della sicurezza che, negli ultimissimi anni, ha portato ad un raggiungimento di standard impensabili tempo fa. Se infatti, il mondo delle moto punta sulla gestione della dinamica con i vari Traction Control o Antibloccaggio in frenata, il mondo dell'abbigliamento ha effettuato un salto generazionale di indubbio valore con l'Air-Bag.

Una strada iniziata da Dainese e percorsa ora anche da Alpinestars che ha ufficialmente presentato il suo sistema Tech-Air, che offre una protezione completa per il torso. Un sistema rivoluzionario per certi versi, in quanto è il primo airbag autosufficente, capace di funzionare quindi in maniera indipendente e senza bisogno di alcun sensore installato sulla moto. Il sistema è integrato all'interno di un gilet protettivo, ed è collegato internamente, oltre ad essere utilizzato in congiunzione con una giacca esterna compatibile per l'utilizzo stradale turistico.

Ma quali sono i benefici di tale sistema studiato ed approntato?  In primis ovviamente la versatilità, in quanto il sistema risulta utilizzabile con qualsiasi tipologia di moto o scooter. Il sistema stradale - quindi non parliamo di tute per l'attività agonistica in circuito - è praticamente indipendente dal mezzo, e quindi non vi è necessità di riconfigurare il rapporto comunicativo tra moto e pilota. Questo perchè il sistema si trova completamente all'interno della giacca, pronto immediatamente per l'uso. Nessun sensore o componente aggiuntivo sulla moto verrà installato.

Secondo l'azienda inoltre, l'aver posizionato sensori solamente sul pilota e non sulla moto, risulta essere un vantaggio in termini di algoritmi. Quello di Tech-Air quindi viene formulato per prevedere l'impatto azionandosi prima che il pilota colpisca l'ostacolo. Questo grazie a studi che hanno dimostrato la dinamica stabile del pilota a prescindere dal terreno fino proprio all'impatto. In questo modo tale sistema può essere utilizzato sia in strada che nel fuoristrada turistico.

Il sistema prevede la protezione al torso, coprendo quindi schiena, spalle, la zona lombare ed il petto, estremamente delicato per via dello sterno.

L’unità elettronica è protetta da un involucro resistente ed impermeabile che, indossata sotto una giacca esterna compatibile, rende il sistema airbag completamente impermeabile.

Il sistema Tech-Air è alimentato da un pacco batterie che offre oltre 25 ore di uso continuato; un’ora di carica garantisce quattro ore di guida. Il sistema si attiva semplicemente chiudendo la cerniera, e i motociclisti possono verificare l’attivazione del sistema attraverso il display LED sulla manica sinistra. Nel malaugurato caso in cui avvenga un incidente, il sistema è in grado di determinare un impatto tra i 30 ed i 60 millisecondi e, una volta innescato, l'airbag si gonfia in 25 millisecondi.

Un continuo passo avanti dunque per quanto concerne la sicurezza che non vive solo dei pur fondamentali ABS o controlli di trazione per la guida di tutti i giorni.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti