Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo e Yamaha nel giorno dei debutti

Quattro Yamaha davanti a tutti. Mini-Marquez in sella alla Honda RC213V del fratello

Sono le quattro Yamaha di Lorenzo, Pol Espargaro, Smith e Rossi ad occupare le prime quattro posizione al termine della prima giornata di prove invernali di Valencia. La prima moto non costruita ad Iwata è la Ducati di Andrea Iannone che ha girato per la prima volta con i colori ufficiali, precedendo Pedrosa ed il compagno di squadra Dovizioso.

Buono il debutto di Cal Crutchlow con la Honda RC213V ufficiale con la livrea del team LCR, a poco più di otto decimi dalla vetta e davanti a Pirro, autore anche di una scivolata senza conseguenze.

Il suo primo giorno in sella alla Yamaha Forward Stefan Bradl ha portato a casa il 12esimo tempo, alle spalle delle Ducati di Hernandez e Barbera e davanti alla GP14 di Petrucci.

Aleix Espargarò, ha realizzato il 14esimo tempo alla sua prima uscita in sella alla Suzuki ed ha preceduto Scott Redding al debutto sulla Honda ufficiale.

Positiva la primissima uscita di Alex De Angelis sulla ART ex Petrucci: il pilota di San Marino ha fatto meglio di Vinales sulla Suzuki con un 15° tempo che lo ha visto davanti agli ex Superbike Loris Baz e Eugene Laverty, sulla carta in sella a moto più performanti.

Più che discreta, in questo senso, la prima uscita di Jack Miller, 22° a 3,3 secondi dalla vetta.

A sorpresa oltre ad Alex Hofmann hanno guidato la rientrante Aprilia sia Bautista che Melandri, mentre Marc Marquez ha accompagnato il fratellino Alex per i previsti 12 giri del suo test-dono sulla Honda #93 iridata.

Più tardi il commento con le dichiarazioni.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti