Tu sei qui

Moto3, Miller soffia il warm-up a Marquez

Nono tempo per il poleman Niccolò Antonelli, in Moto2 solo Simeon più veloce di Rabat

Marquez-Miller: fuori i secondi. Ultimo warm-up stagionale a Valencia che fa da antipasto alla sfida tra Jack Miller e Alex Marquez. Sulla pista di casa lo spagnolo  comanda il campionato con un undici punti di vantaggio sull’australiano. L’ultimo turno prima della gara sorride però all’alfiere KTM, che si conferma nuovamente davanti al diretto avversario, mentre nono è Antonelli. In Moto2, invece, colpo di reni di Xavier Simeon su Esteve Rabat, con Morbidelli decimo, preceduto di due posizioni da Baldassarri.

MOTO 3 – Ancora una volta Jack Miller fa la voce grossa su Alex Marquez. L’australiano conquista il turno della mattina grazie al super tempo di 1’39”345, meno due decimi rispetto al tempo della pole del sabato. Una prova di forza quella dell’australiano, con lo spagnolo che è costretto ad accusare oltre mezzo secondo dal rivale (+0.577). Non molla la presa Isaac Vinales, più lento di soli 28 millesimi sul connazionale, tanto da riuscire a mettere alle proprie spalle la Husqvarna di Ajo (+0.637) e la KTM di Bastianini (+0.668). Scende invece Niccolò Antonelli. Dopo aver conquistato la pole position, il pilota di Cattolica chiude con il nono tempo (+0.846), davanti alla Mahindra di Oliveira. Inseguono invece gli altri portacolori azzurri, con Fenati 14°, che conferma la propria posizione in griglia, mentre Migno (+1.958) addirittura 25°. Fanno meglio Tonucci (+1.409) e Bagnaia (+1.595), con gli alfieri del Team Italia, Locatelli e Ferrari, che chiudono  il gruppo azzurro.

MOTO 2 – Dopo la pole, Esteve Rabat non è riuscito a mettere il proprio sigillo anche sull’ultimo turno prima della gara. Ci ha pensato il connazionale Xavier Simeon ha fargli lo sgambetto per poco più di un decimo. Anche a Valencia il campione del mondo della classe intermedia si conferma uomo da battere, mettendo alle proprie spalle lo svizzero Luthi, così come Simon (+0.311) e Lowes  (+0.352). Prova in ombra per il Franco Morbidelli (+0.589), che dopo la memorabile prima fila del sabato non riesce ad andare oltre il decimo tempo, accusando mezzo secondo dalla vetta. Chi sorprende nella mattina di Cheste è Lorenzo Baldassarri (+0.453). Nonostante la 17^ posizione in griglia, l’alfiere Suter si inserisce nella top ten con ottenendo l’ottava posizione alle spalle di Aegerter.  Delude Kallio, soltanto tredicesimo, mentre addirittura 21° Pasini (+1.136), più staccato Roberto Rolfo 29° (+1.776). Da registrare nel finale la caduta senza conseguenze di Maverick Viñales, soltanto 25°.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti