Tu sei qui

Moto3, QP: Prima pole in carriera di Antonelli

A Valencia il pilota di Gresini precede Miller e Marquez in prima fila. Fenati 14º dietro a Migno

Certe storie, anche se non vanno come si spera, possono comunque avere un lieto fine. Alla vigilia dell’addio dopo tre anni insieme, Niccolò Antonelli ha regalato a sé stesso ed al team Gresini la prima pole position in Moto3. In grande spolvero fin dalle prime prove del venerdì, il pilota di Cattolica si è inserito nella lotta al vertice tra Jack Miller ed Alex Marquez – rispettivamente secondo e terzo – nonostante una pista leggermente più lenta (a causa di forti raffiche di vento) con un tempo di 1’39.183.

“È bellissimo fare la prima pole perché è una novità, un traguardo – ha dichiarato Antonelli, protagonista anche di un’innocua scivolata, a caldo – Questa squadra mi ha regalato molte emozioni, e vorrei a mia volta regalare loro un bel risultato qui”.

Il pilota del team Gresini ha strappato la prima posizione a Miller a due minuti dal termine ma l’australiano, nonostante i caschi rossi all’ultimo tentativo concesso, ha trovato un po’ di traffico nelle ultime curve e si è dovuto accontentare della seconda piazza per soli 68 millesimi. Più staccato il capo-classifica (+11 sullo stesso australiano) Marquez, rallentato anche da una scivolata a circa venti minuti dalla bandiera a scacchi e terzo a +0.373.

La sfida tra i due rivali per il titolo resta dunque equilibrata, anche perché i due piloti hanno messo in mostra un passo pressoché identico in 1’40 netto. A fare la differenza potrebbero essere i giochi di…marca. Già, perché oltre a quella di Marquez, la Honda di Alex Rins (quinto a +0.533) è l’unica nelle prime sette posizioni (il conto è 5 a 2 per KTM). Isaac Viñales (quarto), Karel Hanika (sesto) e Niklas Ajo (settimo) potrebbero invece aiutare Miller. Da sottolineare, comunque, come la lavata di capo data ai cadetti dopo le ripetute “passeggiate” in attesa di una scia abbia sortito gli effetti sperati e non ci siano state situazioni di pericolo.

Il forte vento, tuttavia, ha creato qualche grattacapo in più del previsto. Soprattutto ai piloti italiani, ad eccezione ovviamente di Antonelli. Dopo un venerdì nelle prime posizioni, Andrea Migno ha raccolto soltanto il tredicesimo (+0.835) posto in griglia davanti a Romano Fenati. È andata peggio a Bastianini, a terra alla curva quattro mentre era incollato agli scarichi del compagno di squadra e ventunesimo (+1.229) alle spalle di Francesco Bagnaia. Ventisettesimo tempo per Matteo Ferrari, trentesimo per Andrea Locatelli.

Update su Maria Herrera caduta durante il turno: Honda conferma che Maria, trasportata al Centro Medico dopo una caduta, sta bene, nonostante abbia preso una forte botta alla testa.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti