Tu sei qui

Moto2, FP3: Rabat di forza su Kallio

Terzo tempo per il dominatore del venerdì, Zarco, nei primi dieci anche Morbidelli e Baldassarri

Ha tirato fuori gli artigli Tito Rabat. Nonostante il titolo sia già in cassaforte, il pilota della Kalex vuole chiudere in bellezza il campionato sul tracciato di casa. C’è un record da battere, quello dei 327 punti di Marc Marquez. Visto quanto fatto in questi due giorni, l’alfiere del team Marc VDS non vorrà certo mancare l’appuntamento con l’ottava vittoria nel 2014. L’ultimo turno di libere, infatti, sorride proprio a Rabat, che sigla il miglior riferimento del weekend, grazie al tempo di 1’35”156. Ancora una volta l’iberico si porta davanti al compagno di squadra, Mika Kallio (+0.193), che a Valencia vuole festeggiare al meglio il proprio compleanno. Meno di due decimi separano i rivali nella FP3, con lo spagnolo che riesce a tenere alle spalle Johann Zarco (+0.243), più veloce di tutti nei turni del venerdì.

Si conferma anche Thomas Luthi, lento poco più di 50 millesimi rispetto al francese, tanto da mettere dietro Cortese (+0.513) e Vinales (+0.657), con lo spagnolo che in casa si gioca le ultime chance di ambire al secondo posto dell’assoluta, prima di passare lunedì alla MotoGp.

Segnali di riscossa giungono dagli italiani, con Franco Morbidelli e Lorenzo Baldassarri nella top ten. Nonostante una caduta nel finale, il laziale si conferma nei primi dieci con il settimo tempo, precedendo di 48 millesimi il connazionale del team Gresini. In difficoltà invece Mattia Pasini (+1.145), che chiude il proprio turno non riuscendo ad andare oltre il diciannovesimo posto, tanto da accusare oltre un secondo dalla vetta. Staccato di due posizioni il francese Mahias, al via della corsa con la Transfiormers.  Addirittura 33° l’ex campione della Stock600 Roberto Rolfo (+2.364), preceduto da Rea e Shah.

Da registrare oltre a Franco Morbidelli, la caduta senza conseguenze del thailandese Wilairot.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti