Tu sei qui

Moto3, FP1: Ruggito di Antonelli, 3° Fenati

Il pilota KTM precede Miller di due millesimi, ottavo il leader Alex Marquez

Marquez-Miller, la sfida è aperta. Con la prima sessione di prove libere della Moto3, si apre l’ultimo weekend del motomondiale. I riflettori sono tutti per la minima cilindrata, dove Alex Marquez e Jack Miller si giocano il titolo 2014.

Tra i due litiganti, a prendersi la scena della FP1 è un sorprendente Niccolò Antonelli. Il pilota italiano piazza la zampata vincente sul filo di lana, conquistando il riferimento della mattinata. Il cronometro dice 1’40”338, quasi nove decimi dal best lap di Rins siglato lo scorso anno. Tre KTM nelle prime posizioni: da una parte Antonelli, dall’altra Romano Fenati (+0.133). Poco più di un decimo separa l’ascolano dal connazionale, giunto qua a Valencia con l’obiettivo di riscattare la deludente prestazione in Malesia.

In mezzo Jack Miller. L’australiano, reduce dal secondo posto di Sepang, parte subito all’attacco sul tracciato spagnolo, mancando il miglior tempo per due soli millesimi. Ha voluto invece aspettare il leader del mondiale, Alex Marquez (+0.613), soltanto ottavo alle spalle della Mahindra di Oliveira, con un gap dalla vetta che super il mezzo secondo. Il leader del mondiale risulta lento nell’ultimo settore della pista, dove lascia per strada alcuni decimi. Fa peggio il compagno di squadra Alex Rins (+0.841), addirittura quattordicesimo con un ritardo che si aggira attorno agli otto decimi.

Nella top ten ben figura con il quinto tempo Niklas Ajo, che precede McPhee (+0.530) e l'olandese Iwema (+0.633). A parte Antonelli e Fenati, nessun italiano riesce ad entrare nelle prime dieci posizioni. Bastianini (+0671), infatti, è costretto ad accontentarsi del dodicesimo tempo alle spalle della Husqvarna di Kent.

Più staccati gli altri alfieri della pattuglia tricolore, con Migno e Bagnaia 21° e 22°, seguiti dai portacolori del Team Italia Ferrari e Locatelli, racchiusi in soli 15 millesimi. Chiude il gruppo Alessando Tonucci, preceduto da Deroue e Maria Herrera, al via della gara di Valencia con la Wild Card.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti