Tu sei qui

Doppia veste per Guzzi California: Audace ed Eldorado

LIVE EICMA - La California si sdoppia in due versioni speciali. Doppia veste, ma stessa anima

Doppia veste per Guzzi California: Audace ed Eldorado

Moto Guzzi propone ad Eicma due varianti sul tema California. Entrambe pur presentando la medesima base derivante dalla celebre custom cruiser California 1400, propongono variazioni sul tema che, di fatto, ci mettono di fronte due tipologie di mezzi diversi per destinazione d'uso.


AUDACE - Come il nome suggerisce, questa versione della Guzzi è fatta per regalare emozioni. Stile "cattivo", muscoloso, si ricoonsce per alcune parti realizzate in carbon-look, come parafango anteriore e fianchetti sotto sella dove troviamo stampata il nome Audace.

Non ci sono cromature, ogni dettaglio a vista è scuro. Su questa Moto Guzzi troviamo numerosi dettagli inediti, come il puntale sottocoppa, che ne incattivisce la vista laterale, la griglia metallica del radiatore e lo scarico corto a megafono.

Via le pedane a piattaforma e via anche le leve a bilanciere. Dentro elementi più essenziali che donano un look decisamente più sportivo. Particolarmente curata la sella, rivestita con skai alcantara dalle cuciture rosse a vista, ribassata nella seduta e integrabile con uno strapuntino per il passeggero. Il nuovo manubrio abbinaoto alla posizione delle pedane ed a un diverso piano di seduta, ridisegnano la guida rispetto alla California, che ora risulta più allungata, quasi ad "afferrrae" ill manubrio più che appenderci le braccia. Degni di nota i coperchi valvole bruniti e gli ammortizzatori dotati di serbatoi separato del gas. Grazie allo scarico accordato per offrire più "birra" agli alti regimi, questa Audace, che condivide il motore da 1.400 cc a V con la Eldorado, promette un gran gusto nella guida.

ELDORADO - Anche lei nasce dalla medesima base della Audace, riprponendo molti dettagli che richiamano alla mente la mitica 850 che tanto si fece apprezzare negli States. Ruote a raggi, abbondanza di cromature ci parlano di uno stile retrò, mentre il largo manubri oa "coerna di bue" e gli appoggi per il passeggero, ci dicono di un mezzo nato per macinare km su km in tutto il mondo. Ribassata nell'assetto grazie alle nuove ruote a raggi da sedici pollici, bella e perfettamente raccordata la strumentazione digitale, con indicatore contagiri  ricavato sulla circonferenza del quadrante, e con un display multifunzione al centro. Il serbatoio da 21 litri, garantisce un’autonomia di 300 km stando a quanto dichiarato dalla Casa. Segnaliamo la presenza di un comodo cruise control, attivabile dal blocchetto destro.

Il motore, è il bicilindrico 1400 cc a V di 90° made in Guzzi, pronto a scaricare a terra fino a 120 Nm a soli 2.750 giri.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti