Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: a Valencia non sarà facile

In pista anche il collaudatore Pirro. Crutchlow: "voglio salutare Ducati con un buon risultato"

Ducati a Valencia schiererà una formazione a tre punte, con Dovizioso, Crutchlow e il collaudatore Pirro in veste di wild card. L’ultima gara della stagione sarà utile a raccogliere ancora qualche informazione per poi preparare nell’inverno la GP 15 che debutterà in pista a Sepang il prossimo febbraio.

Il 2014 è stato un anno di transizione per la Rossa, con Dall’Igna salito sul ponte di comando. L’ingegnere veneto non ha portato rivoluzioni, ma ha dimostrato che con un metodo di lavoro più razionale il gap dagli avversari era riducibile. Archiviata definitivamente la stagione, servirà fare un altro passo, quello decisivo per raggiungere i rivali.

Intanto Andrea Dovizioso è concentrato sul prossimo GP, su una pista che non gli ha mai dato grosse soddisfazioni in carriera.

"Credo che la gara di Valencia non sarà facile per noi: la pista è totalmente diversa dalle altre per la sua configurazione, ma in ogni caso dobbiamo continuare a dare il miglior feedback possibile alla squadra, come abbiamo sempre fatto durante la stagione – sottolinea - Abbiamo fatto grandi passi in avanti ultimamente per quanto riguarda la costanza, abbiamo un passo migliore, e sono sicuro che possiamo migliorare ancora in futuro. Il mio rapporto con il circuito però non è dei migliori. Ho dei buoni ricordi della gara del 2011 quando sono salito sul podio, battendo Pedrosa per il terzo posto in campionato, ma non mi piace molto come pista, e non credo di essere l’unico pilota a pensarla così”.

Sarà invece la gara dell’addio per Cal Crutchlow, che lunedì salirà sulla Honda Factory con i colori del team LCR.

E’ dalla gara di Aragón che il mio feeling con la Desmosedici è migliorato: sono riuscito a trovare un buon passo in qualifica e in gara, e quindi spero di poter continuare con questo trend positivo anche a Valencia – promette l’inglese - Questo GP sarà anche la mia ultima gara con il Ducati Team, e quindi vorrei poter salutare e ringraziare tutta la mia squadra con un buon risultato”.

Per il macina-chilometri Michele Pirro Valencia è invece l’occasione per riassaporare un po’ di adrenalina. Un premio per il lavoro importante del pugliese dietro le quinte.

E’ dalla gara di Brno che non corro, e quindi sono contento di tornare in pista – dice - Valencia è un tracciato che mi piace, e su questo circuito ho anche vinto. Spero di raccogliere dei buoni risultati e tutte le informazioni che ci servono sulle soluzioni che stiamo provando. Abbiamo alcuni particolari dell’elettronica ancora da affinare e speriamo di chiudere l’anno nei migliori dei modi".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti