Tu sei qui

Ducati Multistrada 1200 my15: new generation

Nuovo motore 1200 DVT ed elettronica ai massimi livelli per la “multimoto” bolognese

Ducati Multistrada 1200 my15: new generation

Quel concetto di multimoto, introdotto nel 2010, trova oggi la sua più ovvia e naturale evoluzione con un progetto che si presenta più maturo e sofisticato, alzando ulteriormente l’asticella di un fruibilità che viaggia di pari passo ai notevoli contenuti tecnologici di queto nuovo progetto Multistrada 1200.

UNA STORIA NUOVA - Per la nuova versione 2015 della crossover di Borgo Panigale, i tecnici Ducati, attingendo a piene mani all’enorme know-how maturato in MotoGp e SBK, propongono molte ed interessanti novità tanto nella dotazione elettronica, quanto nei contenuti tecnici che si celano dietro le fusioni dell’inedito Testastretta 11° dotato di variatore di fase DVT . Per una moto che di fatto rappresenta un deciso salto generazionale rispetto al modello che l’ha preceduta, nulla é stato trascurato, ridefinendone linee, comfort oltre ai vari pacchetti elettronici implementati con nuove ed utili funzioni.

DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA – Nulla di rivoluzionario intorno alla silhouette. In questo caso troviamo un face lifting di quanto già visto sul precedente modello. Il caratteristico becco ora è più corto e squadrato presentando delle “narici” più ampie per portare maggiore aria al nuovo e più potente motore. Nuovi anche i fianchetti laterali che contornano un radiatore. Rivista l'ergonomia del pilota, con la sella, regolabile in altezza (+o- 20mm), più stretta nella parte anteriore, per  facilitare l’appoggio a terra per entrambi i piedi, ed è 20 mm più lunga per dare maggior possibilità di spostamento. Attenzione anche al passeggero, con la porzione a lui riservata ora più bassa e con le maniglie maggiormente  ergonomiche. Rinnovati i blocchetti elettrici, così come i fari anteriori, più aggressivi, e quelli posteriori dall’inedito disegno ed anche essi a led. L’ampio cupolino rimane regolabile, ma ora Ducati dichiara una migliorata fluidità nell’azionamento. Novità anche dalle  pedane, dotate di supporto in gomma rimovibile per avere la dentatura utile per la guida in piedi in off-road. Nella stessa ottica è stato rivisto il telaio, ora con diverse rigidezze e luce a terra maggiore di 20 mm (180mm in totale). Il peso dichiarato a secco è di 209 Kg, con un interasse ora di 1530mm.

PIU' POTENTE E SOFISTICATA – La novità più eccitanti della Multistrada my 2015, le cela sotto la carrozzeria. Il nuovo Testastretta 1200 vede crescere la potenza ora a 160CV a 9500giri/min ed una coppia di 136Nm a 7.500giri/min, accensione a doppia candela e presenza di sensore di detonazione. E’ ora dotato di DVT, il Desmodromic Variable Timing che gestisce la fase di incrocio delle valvole. Il sistema opera grazie ad una coppia di variatori di fase calettati sugli assi a cammes di aspirazione e scarico, determinando una variazione continua dell’incrocio valvole. In questo modo, quale sia il regime di rotazione del motore, il DVT garantisce sempre la migliore configurazione possibile. Un sistema che, ottimizzando il lavaggio del cilindri, riesce a garantire una più lineare curva di coppia oltre anche ad una riduzione dei consumi dell’8%.

Sul fronte della dotazione elettronica, La Multistrada presenta molte innovazioni rispetto alla precedente versione. Riuscendo ad offrire la migliore fruibilità possibile in ogni condizioni di utilizzo. Grazie alla piattaforma inerziale IMU (Inertial Misurement Unit), è possibile gestire una molteplice varietà di funzioni. Si va dai confermati Riding Mode (Sport, Touring, Enduro e Urban) al nuovo DWC (Ducati Weehling Control) per il controllo delle impennate, ed all’ABS implementato con la funzione Cornering, che sorveglia la frenata anche a moto inclinata. Sulla versione S inoltre, troviamo anche il nuovo DSS (Ducati Skyhook Suspension) Evolution, che setta in tempo reale il lavoro delle sospensioni. Resta parte integrante del Ducati Safety Pack, il DTC, il sistema di controllo della trazione impostabile su 8 livelli di intervento.

SICUREZZA ANCHE IN CURVA - Il nuovo ABS Bosch 9.1M "Cornering", si prende cura della nostra sicurezza, modulando la pressione sulle pinze ad attacco radiale anche a moto inclinata. Questo consente, nei limiti del possibile, una maggiore controllo in caso di frenata improvvisa in curva. Il tutto viene coadiuvato dalla presenza di doppi dischi da 320 anteriore (330 mm sulla S) che lavorano in accoppiata con pinze Brembo con pistoncini da 32 mm (sulla S abbiamo pregiate pinze Brembo M50). Il nutrito pacchetto elettronico della Multistrada si completa con i fari a led che si orientano in curva della S, l’accensione comandata dalla chiave da 2m di distanza, e la funzione Ducati Multimedia System, che consente la connessione tramite smartphone e così gestire da pulsante sul blocchetto telefonate, sms, e quant’altro, visualizzate sulla strumentazione LCD (TFT su S e D-Air).

Tutte  le  Multistrada  1200  sono  disponibili  in  Rosso  Ducati,  e  la  versione  S  (esclusa  la  D|air)  è disponibile anche in  Iceberg White. Prezzo da definire.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti