Tu sei qui

Moto3, Aspetti la scia? Perdi una fila

La Direzione Gara penalizzerà i piloti che procederanno lentamente in qualifica

Chi la fa, l’aspetti. Un vecchio detto che riassume la decisione presa dalla Direzione Gara sul fenomeno trenini che ormai è una costante della Moto3, soprattutto nei turni di qualifiche. Le immagini di gruppi di piloti che procedono a velocità da passeggio in attesa del traino giusto, sono la norma negli ultimi tempi. Uno spettacolo che, sinceramente, sfiora il ridicolo – parlando di piloti professionisti – ma che, ancora peggio, crea problemi di sicurezza.

Spesso si assiste infatti un pilota impegnato nel suo giro veloce uscire da una curva cieca e trovarsi di fronte moto molto lente da evitare. La Direzione Gara ha deciso – giustamente – di intervenire e ha convocato per il GP di Valencia un briefing obbligatorio per tutti i piloti. Del resto, aveva cercato prima di sensibilizzarli a parole, poi a punirli con un punto sulla licenza ma senza ottenere grossi risultati.

È venuto il momento di ricorrere alle manieri forti: facendo riferimento alla norma 1.21.2 del regolamento, quello in cui si parla che recita: “i piloti devono guidare tenendo una condotta responsabile che non causi pericolo per gli altri, sia in pista che in pit-lane. Ogni infrazione si questa regola verrà punita con una delle seguenti penalità: punti di penalità, multa, cambio di posizione, ride through, penalità di tempo, perdita di posizioni sullo schieramento, squalifica, perdita di punti in campionato, sospensione”.

Trattandosi di un problema che si presenta in qualifica, la Direzione Gara ha deciso che se un pilota verrà colto a procedere a velocità ridotta senza validi motivi verrà penalizzato con un punto sulla licenza e retrocedendolo di una fila sullo schieramento.

Ad argomentate la decisione è Mike Webb, Race Director: è una questione di sicurezza. È possibile infatti che uno o più piloti che sono nel loro giro lanciato si ritrovino davanti uno più lento: il primo pilota lo vede e magari riesce a evitarlo, ma il problema è dell’altro che sopraggiunge e che non può vederlo, se non quando è troppo tardi. In alcuni casi i piloti aspettano perché vogliono solo pista libera per lanciarsi. Ma ultimamente si vedono sempre più piloti che rallentano e aspettano un pilota più veloce per accordarsi e sfruttarne la scia".

"Fino ad ora ho sempre detto i piloti che andare lenti è consentito, a condizione che siano fuori dalla traiettoria e non disturbino gli altri piloti. Purtroppo però adesso oltre la metà dei concorrenti della Moto3 procede lenta in diversi momenti: di conseguenza non lascia spazio a un pilota nel suo giro veloce, rappresentando un limite per la sicurezza – ha aggiunto - Pertanto, i piloti che andranno lenti, guardando dietro e in attesa di un scia, verranno considerati come colpevoli di 'guida irresponsabile e pericolosa', indipendentemente dal fatto che pensano di non disturbare nessuno. Andremo a penalizzare questo comportamento a nostra discrezione, intervenendo sul regolamento".

Logicamente, la sanzione è valida per tutte e tre le classi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti