Tu sei qui

SBK, Qatar, la febbre del venerdì sera

Rea: “Mi sento come un pilota di Supercross”. Sykes: “Sono un tipo notturno. Bello dormire fino a tardi”

Per la MotoGP è ormai consuetudine correre in notturna in Qatar, cosa che fa dal 2005 ad oggi, ma lo stesso non si può dire per la Superbike. Ieri, i piloti delle derivate di serie hanno sfrecciato per la prima volta sotto i riflettori del circuito di Losail, condividendo impressioni diverse. Su una cosa, però, sono d’accordo: il cambio di scenario è emozionante.

“Tecnicamente, con l’adrenalina non te ne accorgi nemmeno – ha raccontato Davide Giugliano Poi però, al giro di rientro, è impressionante perché ti rendi conto che stai correndo in pista ed è quasi mezzanotte”.

Gli orari ben diversi dal solito costringono anche i piloti ad adattarsi sia dal punto di vista del sonno che dell’alimentazione.

“Sono un tipo notturno, quindi non mi dispiace perché almeno posso dormire fino a tardi alla mattina – ha confessato Tom Sykes E poi, qui in Qatar, c’è più grip alla notte che durante il giorno”.

Per il connazionale Chaz Davies, il segreto è cercare di mantenere i propri ritmi e sincronizzarli sul fuso orario di casa.

“Cerco di restare nell’ora inglese, che è tre ore in anticipo rispetto a quello locale – ha raccontato il pilota Ducati – Non tanto per quanto riguarda i pasti, ma per dormire. Correre di notte non è molto diverso che rispetto al giorno, ma molto divertente”.

Per Jonathan Rea, invece, la differenza più sostanziale è data dal programma. Per il gran finale, la FP3 è stata anticipata al venerdì, cosicché i piloti si sono trovati a disputare tre turni contro i soliti due.

“Finire così tardi è difficile, ed è stata una giornata dura – ha detto il pilota Honda – Però mi diverto a guidare qui, quindi ho fatto molti giri. Ogni volta che esco dai box imparo qualcosa, e là fuori mi sento come un pilota di Supercross. Non mi dispiacerebbe correre sempre con la luce artificiale”.

Visti i tempi sul giro di venerdì, difficile dargli torto.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti