Tu sei qui

SBK, WSS: Vd Mark domina il venerdi

L'olandese domina entrambe le sessioni del venerdi. Bene Tamburini e Zanetti

La prima giornata, o meglio, la prima nottata di Losail del campionato Mondiale Supersport si chiude con la supremazia consolidata di Michael Van der Mark.

Il giovane olandese, neo campione in carica da quel di Jerez, chiude in vetta con il crono di 2.02.206, migliorando di sei decimi il suo riferimento della prima sessione. Al secondo posto, ecco Lucas Mahias in sella alla Yamaha DMC, presente anche qui a Losail dopo la bella e convincente prestazione ottenuta come wild card in quel di Magny Cours. Il campione transalpino supersport, accusa un ritardo di 428 millesimi di secondo.

Un bel salto in avanti per il francese, dopo la nona posizione conquistata nelle FP1. L'italia sorride per la terza posizione di Roberto Tamburini con la Kawasaki Puccetti, staccato di 36 millesimi dalla seconda piazza di Mahias. Quarta piazza per Rattharpark Wilairot, memore anche dei suoi trascorsi in 250cc ed in Moto2, quindi conoscitore dei riferimenti e delle staccate sul circuito arabo.

2'02.787 il tempo del thailandese che precede Lorenzo Zanetti, buon quinto con la Honda del team Ten Kate, e staccato di 581 millesimi di secondo dal riferimento cronometrico del suo compagno.

Il bresciano ha avuto un incremento prestazionale deciso (nella FP1 aveva girato in 2'03.8) ma è comunque sceso in classifica di due posizioni. Zanetti si mette alle proprie spalle sia Kenan Sofuoglu (+0.717 dalla vetta), che la coppia MV Agusta che su questo circuito deve ancora trovare gli assetti ed i riferimenti con la propria moto. Jules Cluzel, che proprio qui in Qatar conquistò con la 250cc un'ottima seconda posizione in gara, chiude in settima piazza (+0.854), a precedere proprio Massimo Roccoli (+0.879).

Ultimo dei piloti a contenere il ritardo in meno di un secondo è Florian Marino, nono e staccato appunto di 977 millesimi dalla vetta. Undicesima piazza per Raffaele De Rosa, che ritorna in sella in questo fine settimana con la Honda del team Lorini. Il partenopeo precede Roberto Rolfo, anch'egli di ritorno dopo l'esperienza a Sepang con la Moto2, e Kev Coghlan, tredicesimo.

In 14esima posizione troviamo il promosso Marco Faccani. Il freschissimo vincitore dell'Europeo Stock 600, offre un buon debutto nella categoria, chiudendo ad 1.543 secondi dalla vetta la sua seconda sessione, migliorando il suo distacco da Van Der Mark di 4 decimi. 17esimo Christian Gamarino, 18esimo Luca Marconi, 22esimo Fabio Menghi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti