Tu sei qui

MotoGP, Suppo: vogliamo Stoner anche nel 2015

"Casey è straordinario, è sempre lui. Nakamoto vuole che provi ancora. La tuta 'vintage'? Una idea mia"

Il test di Casey Stoner alla guida della RC213V 2015 a Motegi ha ovviamente sollevato molto interesse. Segno di quanto ancora suscitino curiosità le prestazioni del due volte campione del mondo australiano.

La domanda che quasi tutti si sono fatti riguarda i tempi sul giro, non forniti dalla HRC. Il che non è un fatto insolito, né particolare in quanto girare da soli, su una pista vuota e presumibilmente non gommata non è lo stesso che farlo durante le prove di un Gran Premio.

Per toglierci qualche dubbio abbiamo comunque deciso di parlare con Livio Suppo, anche se oggi era il giorno del suo compleanno. Peraltro: auguri team principal sono 50 anni se non andiamo errati, un bel numero tondo tondo.

"Eh, sì, passano rapidamente. Grazie degli auguri. I tempi di Casey comunque non li diciamo lo stesso, ma sono stati soddisfacenti. Non pensate al record della pista. Il primo giorno era addirittura da solo, senza nessun altro pilota in pista, ma gli è bastata la mattinata per togliersi la ruggine di dosso. Il pomeriggio era già il solito Casey. Certi piloti sono straordinari".

Si può dunque dire che l'HRC è rimasta soddisfatta del test.

"Più che soddisfatta. Ecco, una notizia ve la possiamo dare: Shuei Nakamoto a cena con Casey e la sua famiglia gli ha chiesto la sua disponibilità per i test il prossimo anno".

Sarebbe interessante conoscere la risposta.

"Eh, ora è notte in Giappone. Ve lo faremo sapere", ha scherzato il manager torinese.

Sembrate tutti molto soddisfatti. Nakamoto, tu, anche Stoner che ha fatto un pubblico apprezzamento sulla tuta 'vintage'.

"Modestamente, è stata una idea mia. Gliela ho fatta realizzare prendendo a modello quella che indossava Freddie Spencer. A Casey è piaciuta un sacco!".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti