Tu sei qui

SBK, Sykes: in Qatar sfida ad armi pari

Intervista doppia, Guintoli: Tom ha vinto più gare, ma siamo allo stesso livello

Separati da 12 punti con 50 ancora in palio, Tom Sykes e Sylvain Guintoli sono pronti a giocarsi il titolo della Superbike sotto le luci del deserto del Qatar. L’appuntamento finale della stagione in scena il prossimo weekend si preannuncia dunque particolarmente caldo (e non solo per le temperature). Tra i due piloti c’è rispetto, ma nessuno farà sconti allo spegnimento dei semafori. Ecco che cosa si sono detti in un’intervista doppia realizzata da Dorna.

Il tuo obiettivo ad inizio stagione?

Tom Sykes: Vincere un altro titolo mondiate e bissare quello dello scorso anno. È qualcosa di personale per me.

Sylvain Guintoli: Diventare campione del mondo.

Chi è il pilota più tecnico?

TS: Ci sono piloti di grande talento. Melandri ha molta esperienza, Sylvain è sottovalutato, ma credo molto nelle mie capacità ed il mio feedback tecnico.

SG: Dipende dalla pista, ma credo che entrambi siamo tecnici.

Chi frena meglio?

TS: Sono noto per le mie staccate, se dovessi metterci la mano sul fuoco punterei su me stesso.

SG: Anche in questo dipende dalla pista. È difficile passare Tom in staccata, quindi forse ha un piccolo vantaggio, ma non c’è troppa differenza.

Qual è il punto forte del tuo rivale?

TS: La moto di Sylvain ha una maggiore velocità di punta. La configurazione a V del motore ha un vantaggio aerodinamico e garantisce un po’ di grip in più sul posteriore.

SG: La Superpole, ma quest’anno siamo più vicini. Tom in gara è più bravo a vincere quando sente l’odore del sangue.

Come sarà correre in notturna?

TS: Non vedo l’ora di provarlo. Anni fa ero a Losail per il lancio della ZX10-R ed ho provato la pista di notte. Sarà eccitante, diverso e spettacolare.

SG: Sarà più luminoso che correre a Donington (ride). Non è una questione di luce, ma di atmosfera.

Chi sarà più veloce in Qatar?

TS: Difficile a dirsi. Prima che lo togliessero dal calendario era una delle piste dove mi divertivo di più. Non vuol dire però che sarò il più veloce. Il tracciato teoricamente si addice anche ad Aprilia, ma credo sarà una sfida equilibrata.

SG: Io.

Fai al tuo avversario un in bocca al lupo prima dell’ultima gara…

TS: Davvero mi chiedete questo. Non ce la faccio (ride).

SG: Assolutamente no (ride).

Per il video, cliccate QUI!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti