Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso tradito da una pompa

"La moto non pescava benzina, è stato pericoloso". Crutchlow out per un inconveniente elettronico

Per la Ducati il GP di Malesia è stato un weekend da dimenticare. Prima l’infortunio di Iannone per il contatto con Marquez in prova, poi i problemi tecnici in gara che hanno fermato Crutchlow e rallentato Dovizioso. Le uniche note positive sono arrivate dal 7° posto di Hernandez e dal 9° di Barbera, migliore Open al traguardo.

Briciole dopo i risultati delle gare precedenti, ma a Sepang è stata l’affidabilità il punto debole della Desmosedici. “Stava andando tutto bene, potevo arrivare quarto senza problemi – racconta Andrea Dovizioso ma a un certo punto il motore ha incominciato ad avere un comportamento strano. Si accendeva e spegneva improvvisamente, una cosa che non mi era mai capitata prima. Subito ho pensato a un inconveniente grave, avevo paura di rovinare il motore, ma sul cruscotto non era indicato niente”.

Poi ha capito.

“La colpevole è stata la pompa della benzina – continua - ma il guaio più grosso è che questa irregolarità si presentava a moto molto piegata, alla prima riapertura del gas. Era un comportamento abbastanza pericoloso e difficile da gestire. Comunque, ho rallentato e sono riuscito a portare a casa qualche punto”.

Quelli dell’ottavo posto, un peccato perché le cose non stavano andando male.

“Il mio obiettivo era quello di contenere il gap sotto i 10 secondi, non era facile ma senza quel problema sarei potuto andarci vicino – sottolinea il Dovi – Voglio guardare i lati positivi, abbiamo fatto altra esperienza in condizioni molto difficili, caldo e mancanza di grip, e soprattutto abbiamo migliorato molto la costanza sul passo”.

Cal CrutchlowÈ andata peggio a Cal Crutchlow, questa volta incolpevole spettatore dello stop della sua Ducati. La sua moto ha avuto un inconveniente elettronico, al momento non meglio specificato dalla squadra, e si è spenta.

Ovviamente sono molto deluso, perché sentivo di aver veramente un buon passo per la gara – si rammarica l’inglese - Dopo il warm up di questa mattina sapevamo di avere un buon ritmo con la gomma completamente usata e quindi oggi ero convinto di poter lottare per la quarta posizione. Però le gare sono così: abbiamo avuto un problema elettronico e il motore si è spento. Adesso cercherò di archiviare subito questa delusione per concentrarmi sull’ultima gara di Valencia, dove darò il massimo per ottenere un buon risultato”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti