Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: ho sbagliato allenamento

Jorge ammette: "a fine gara ero senza energie. Sono sorpreso dei miglioramenti di Rossi"

Jorge Lorenzo ha lasciato Sepang con le ossa rotte. Nella lotta a tre nel GP di Malesia a uscirne sconfitto è stato il maiorchino, che non ha concretizzato in gara quanto di buono fatto vedere durante i turni di prove. Il più grosso problema del pilota Yamaha è stata la forma fisica, come già successo all’inizio della stagione.

“Per queste tre gare consecutive abbiamo deciso per un programma di allenamento meno duro, per non stancarmi troppo, e probabilmente è stata una scelta sbagliata – confessa – Le condizioni in cui abbiamo corso erano molto dure e io le ho sofferte più degli altri piloti. All’inizio mi sono portato in testa e ho spinto forte, ma poi ho avuto un calo di energie. Non ero troppo in forma”.

A differenza dei suoi avversari, che a un certo punto sono scappati e Jorge non è più riuscito a seguirli. Inoltre ha rischiato anche la gomma più dura all’anteriore, una scelta diversa da quella di Rossi, come era già successo a Phillip Island.

Valentino oggi è stato molto veloce – riconosce – Sarà interessante vedere come è riuscito a ottenere un miglioramento così grande da ieri. Per quanto riguarda la gomma, invece, non ho nulla da recriminarmi. È strano, perché solitamente io sono sempre orientato verso le opzioni più morbide, mentre in questo weekend è stato l’opposto. Non penso però che se avessi fatto una scelta diversa avrei potuto fare di meglio".

Ora il secondo posto in campionato si è allontanato ma Lorenzo non pensa – come Valentino – che questo influirà sul trattamento riservato loro da Yamaha nel prossimo anno.

Dal primo anno in cui corro per loro non hanno mai fatto differenza – sottolinea – Solo nel 2008 abbiamo corso con gomme diverse, io con Michelin e Rossi con Bridgestone. Forse in quella stagione di debutto per me, avevano un occhio di riguardo per lui ma dal 2009 non hanno mai fatto distinzioni”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti