Tu sei qui

Moto3, WUP: McPhee davanti, sale Bastianini

Sepang. Marquez 4°, Miller 9°. In Moto2, Tito Rabat pigliatutto, 3° Kallio

I riflettori nel warm up delle classi minori erano puntati sui rispettivi leader della classifica: Alex Marquez e Tito Rabat. I due spagnoli si potranno giocare oggi la possibilità di laurearsi campioni. Tutto più facile per il capoclassifica della Moto2 che si è confermato imbattibile anche negli ultimi 20 minuti di prove, arrabbiandosi anche con Ramos all’ultima curva, reo di averlo leggermente ostacolato.

Per il piccolo Marquez, invece, le cose sono più complicate. Nel warm up Miller non ha particolarmente brillato, ma tanti altri piloti hanno mostrato il potenziale per inserirsi ne gruppo dei migliori. Su una pista come quella di Sepang, con due lunghi rettilinei e scie importantissime, per Alex si prospetta una lotta tutt’altro che facile.

MOTO3, MCPHEE DAVANTI, SALE BASTIANINI – Ci sono due Honda davanti a tutti al termine dei 20 minuti di warm up a Sepang. La prima è quella di John McPhee (2’13”296), la seconda quella di Efren Vazquez (a 0”114). Vicinissima a loro la Mahindra di Miguel Oliveira, che non aveva particolarmente brillato in qualifica. Si è confermato anche Alex Marquez con il 4° posto (a 0”324), mentre Miller (che partirà dalla pole position) ha risalito la classifica solo negli ultimi minuti portandosi al 9° posto, con un ritardo che comunque supera il secondo.

Salto in avanti per Enea Bastianini, nettamente il migliore degli italiani. Il romagnolo guida la prima KTM nella lista dei tempo, con un 5° posto a 0”797, davanti a Rins, Guevara e Khairuddin. Non ha invece brillato Romano Fenati, 14°, ancora peggio per Niccolò Antonelli (17°), Andrea Migno (19°), Francesco Bagnaia (20°), Alessandro Tonucci (25°), Andrea Locatelli (26°) e Matteo Ferrari (33°).

Caduto Philipp Oettl.

MOTO2, RABAT SI PRENDE ANCHE IL WARM UP – Il leader della classifica e poleman Tito Rabat non ha lasciato agli avversari neanche il warm up. Lo spagnolo di Marc VDS ha fatto segnare il miglior tempo di 2’07”686 ma gli avversari sono vicinissimi. In due decimi ci sono quattro piloti e in un secondo addirittura 21.

Subito dietro a Rabat, Maverick Viñales, Mika Kallio, Johann Zarco e Thomas Luthi nell’ordine. Bene anche Nakagami (6° come in qualifica) che si sta rifacendo vedere nelle posizioni che contano. Alle spalle del giapponese, Folger, Wilairot, Salom e Rossi. Fuori dalla top ten Franco Morbidelli, 13°, ancora più staccati Mattia Pasini (23°), Roberto Rolfo (26°) e Lorenzo Baldassarri (28°).

Caduto Marcel Schrotter.

LE CLASSIFICHE


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti