Tu sei qui

Moto2, FP3: Rabat in fuga, risale Morbidelli

Sepang: il rookie toglie quasi due secondi ed è 7º. Dodicesimo Pasini davanti a Rolfo

A Sepang, Tito Rabat continua a inanellare giri veloci a ripetizione. Lo spagnolo vuole sigillare la conquista del suo primo titolo iridato con una gara d’anticipo, ed ha confermato il primato di ieri con il miglior tempo nella FP3 grazie ad un 2’07.405. Un ritmo sul giro insostenibile per gli avversari, replicato peraltro in quindici occasioni su diciotto giri lanciati. A voler trovare il proverbiale pelo nell’uovo, Rabat detiene il miglior tempo in ogni settore ad eccezione del T4, dove comunque accusa poco meno di un decimo. Salvo imprevisti legati al mutevole meteo malese, lo spagnolo sembra avere un discreto margine da gestire in gara.

Secondo tempo per Maverick Viñales, staccato di 0.294, davanti a Johann Zarco, Sandro Cortese, Mika Kallio, Jonas Folger, ed un sorprendente Franco Morbidelli. L’esordiente italiano ha tolto circa due secondi rispetto ai suoi migliori riferimenti di ieri grazie ad una progressione che lo ha portato ad un passo dal 2’07, con un miglior giro di 2'08.013.

Seguono Aegerter, Luthi, Nakagami e Simon. Dodicesimo tempo (+0.933) per Mattia Pasini, ultimo dei piloti in grado di contenere il distacco entro il secondo. Il romagnolo ha staccato il proprio miglior riferimento al quarto giro, per poi concentrarsi su alcune prove di bilanciamento al posteriore, senza però trovare particolari vantaggi.

Da segnalare anche il 13º tempo del rientrante Roberto Rolfo. Il piemontese ha evidenziato un’intesa particolare con il circuito di Sepang, chiudendo a +1.114 da Rabat. Ventiduesimo Lorenzo Baldassarri.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti