Tu sei qui

MotoGP, Rossi: così lento da non crederci

"Sul bagnato non riuscivo a guidare. Sull'asciutto ho lavorato sul passo ma non sono abbastanza veloce"

In difficoltà sull’asciutto, un disastro sul bagnato. La prima giornata a Sepang di Valentino Rossi non è stata per nulla dolce. Il Dottore si è mosso in una direzione ben precisa dopo i test invernali, cercare di lavorare sul ritmo, tallone di Achille in inverno. La ciambella, però, non è uscita con il buco e il turno sotto l’acqua del pomeriggio ha evidenziato altri problemi.

Partiamo dal turno con pista asciutta com’è andata?

L’obiettivo era quello di lavorare sul passo, soprattutto con gomme usate. Lo avevamo notato già nei test che dopo qualche giro il posteriore inizia a scivolare molto e ci siamo concentrati su questo punto. Il lavoro fatto mi ha aiutato, ero costante ma non troppo veloce e quindi non basta, bisogna ancora intervenire sul bilanciamento. Avevamo qualche mossa da provare per il pomeriggio, ma la pioggia ha vanificato tutto”.

Da quale base sei partito?

Una diversa rispetto a quella dei test invernali, forse bisognerà fare un passo indietro. Una via di mezzo”.

Con pista bagnata sei stato 15°, cosa è successo?

Sono andato veramente piano, ho fatto fatica a guidare e le prestazioni sono state deludenti. Sono un po’ preoccupato. I problemi sono stati simili a quelli sull’asciutto, bisogna capire cosa è successo. Tornerò ancora ai box più tardi per analizzare i dati”.

Qual era il comportamento della moto?

Non riuscivo a trasferire il peso sull’anteriore in frenata ed entravo in curva pianissimo. La mancanza di fiducia sul davanti ingigantisce poi tutti gli altri problemi, dall’accelerazione ai cambi di direzione. Ho capito fin da subito che qualcosa non andava”.

Anche Smith e Pol Espargarò sono stati in difficoltà.

“Hanno avuti problemi simili ai miei, si potrebbe dire che è la Yamaha a essere stata in difficoltà in quelle condizioni non fosse che Lorenzo è andato fortissimo. Io invece così piano da non sembrare vero”.

Gli assetti tuo e di Lorenzo sono molto diversi?

“Non molto, ma anche i dettagli influiscono sul comportamento della moto”.

È stata anche la pista ad avere la sua parte?

Non direi, anzi anche con l’acqua le temperature sono alte e questo permette sempre all’asfalto di garantire un buon grip”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti