Tu sei qui

Moto2, FP2: Pronta risposta di Rabat a Zarco

Lo spagnolo vola a Sepang, riflando quasi mezzo secondo a Viñales, nessun italiano nei primi dieci

Non ha voluto perdere tempo Tito Rabat. Secondo turno di libere ed ecco la zampata dello spagnolo che mette tutti in fila. L’alfiere del team Marc VDS ferma il cronometro sul 2’07”729, tre decimi meglio rispetto a quanto fatto da Zarco in mattinata e siglando il nuovo record sul giro del circuito. Questa volta il francese della Caterham Suter è soltanto ottavo (+1.023), con un gap dalla vetta che supera il secondo.

Condizioni meteo favorevoli per l’ultima sessione di giornata, dove i piloti hanno trovato pista asciutta. A contrastare lo strapotere di Rabat, ci ha provato il connazionale Maverick Viñales (+0.475), vincitore dell’ultimo appuntamento di Phillip Island. Lo spagnolo però deve fare i conti con un margine di oltre quattro decimi, soffrendo particolarmente nell’ultimo tratto della pista.

Rabat vola, Mika Kallio (+0.711) invece cerca di tamponare, chiudendo il proprio turno a oltre sette decimi dal compagno di squadra. Weekend in salita quindi per il finlandese, che a Sepang punta a tenere aperte le residue speranze di vincere il titolo. Nei primi cinque sorprende Nakagami (+0.835), quinto con la Kalex.

Notizia dolente del pomeriggio malesiano è l’assenza di piloti italiani nelle primi dieci posizioni. Migliore della pattuglia tricolore si conferma Mattia Pasini (+1.343), nonostante perda tre decimi rispetto alla mattinata. Sale invece l’ex campione della Stock 600, Roberto Rolfo (+1.958), che ottiene la ventesima posizione davanti a Wilairot e West.

Chi non riesce a migliorarsi è Franco Morbidelli (+2.259), il quale sembra non gradire il lungo tracciato di Sepang. Soltanto 24° il portacolori del team Italtrans, che accusa oltre due secondi di gap dal tempo realizzato da Rabat. Il pilota laziale è preceduto in classifica da Lorenzo Baldassarri, più veloce di soli 39 millesimi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti