Tu sei qui

MotoGP, Sepang, Rossi: bella sfida con Lorenzo e Pedrosa

"Voglio un altro bel risultato ed il secondo posto in classifica". Lorenzo: "Grande incognita il meteo"

Il team ufficiale Yamaha non poteva chiedere di più dalla trasferta in Australia. Primo posto per Valentino Rossi, secondo per Lorenzo (nonostante problemi alla gomma anteriore) e la seconda doppietta stagionale dopo Misano. Ad impreziosire la battaglia tra Rossi e Lorenzo, il titolo di vice-campione è ancora in palio. Ora Rossi ha otto punti di vantaggio (255 vs. 247) ma, con due gare ancora da disputare, la lotta si preannuncia incandescente.

“La pista di Sepang mi piace molto, ad eccezione delle temperature un po’ troppo alte per una gara di MotoGP – ha detto RossiStiamo lavorando bene con tutta la squadra, e vorrei ottenere un altro bel risultato. Vincere la mia seconda gara della stagione in Australia è stato fantastico, ma soprattutto  ha confermato la qualità del nostro lavoro. La moto è migliorata molto, come dimostrano le 3 M1 sul podio a Phillip Island”.

Per il Dottore sarà importante “mettere a punto ogni piccolo dettaglio in vista della gara, che sarà la terza consecutiva. Farò del mio meglio per vincere ancora. Sarà una bella sfida con Dani e Jorge nelle prossime due gare”.

La pensa uguale Lorenzo, secondo il quale “Sepang è una bella pista, forse non la più adatta alla M1, ma un tracciato che conosciamo bene perché vi facciamo sempre delle prove nel pre-stagione”.

Il maiorchino ha un solo obiettivo in testa, quello di agguantare il secondo posto in campionato.

“In Australia abbiamo sofferto, ma nonostante i problemi siamo riusciti ad ottenere un altro podio – ha aggiunto – Mi piacerebbe tornare competitivo in Malesia, perché voglio lottare per il secondo posto in campionato. Sto bene e sono in forma fisicamente, quindi sono ottimista. Correre a Sepang è sempre difficile a causa del meteo variabile, ma anche quando piove il grip resta buono”.

A Sepang, Yamaha potrebbe peraltro fare “cappotto” nel trittico d’oltreoceano, avendo già vinto sia in Giappone (con Lorenzo) che in Australia (con Rossi).

“Il GP della Malesia potrebbe essere il più difficile dei tre – ha detto il responsabile Massimo MeregalliFa sempre molto caldo, e la configurazione della pista è unica. Abbiamo molti dati raccolti nei test, e sarà interessante vedere come quelli accumulati durante la stagione si ripercuoteranno sui tempi sul giro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti