Tu sei qui

MotoGP, Pernat attacca Pedrosa: basta polemiche

"Accetti le scuse di Iannone da sportivo, come Crutchlow. Già creò un 'caso Simoncelli', ora basta"

Il quadro particolareggiato e tagliente offerto riguardo al GP di Phillip Island non ha evidentemente soddisfatto in pieno Carlo Pernat, che ha voluto aggiungere qualche “pennellata” prima di dirigersi verso la Malesia. Il genovese, nello specifico, è tornato sulle accuse rivolte ad Andrea Iannone, reo a detta di Pedrosa e Crutchlow di una condotta eccessivamente aggressiva. La replica del manager non si è fatta attendere e, come prevedibile, si tratta di una risposta per le rime.

“Quello che ha detto Pedrosa, che un pilota dopo una manovra del genere dovrebbe stare a casa e cose simili, è completamente ridicolo – ha detto Pernat – Primo, perché gli è stato chiesto scusa per un errore non voluto. Secondo, perché sarebbe meglio che Dani, con la moto che ha, capisse che le sue posizioni non sono ottavo o nono, ma quelle di vertice. Quando sei indietro, gli errori capitano più facilmente perché i piloti vogliono risalire”.

Diverso, secondo Pernat, il comportamento di Crutchlow.

“Indubbiamente Iannone ha fatto un errore, anche se involontario perché non gli è entrata una marcia, ma il sorpasso era un po’ azzardato ed ha chiesto pubblicamente scusa. Io apprezzo di più quello che ha detto Crutchlow, cioè che si è trovato Iannone dietro e ha creduto che gli venisse addosso. Lo ha detto da sportivo, da pilota, punto e capo. Senza fare polemica, o aggiungere altro”.

Pedrosa, invece, a detta del genovese “la deve smettere di fare queste dichiarazioni, perché già creò un caso Simoncelli con parole simili, ed emersero grossi problemi al GP di Barcellona, dove sappiamo tutti quello che è successo (Simoncelli ricevette gravi minacce alla vigilia e gli fu assegnata una scorta, ndr). La smetta di lamentarsi così, anche se posso capire i suoi sentimenti perché quando si corre a certe velocità le collisioni sono sempre pericolose. Dovrebbe accettare sportivamente e dirgli semplicemente non farlo di più’. Di 'caso Simoncelli' ce n’è già stato uno, basta”.

ASCOLTA L'AUDIO

 

{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2014/Audio/16_AUSTRALIA/pernat-pedrosa.mp3]}

 

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti