Tu sei qui

MT09X: ecco l'erede della TDM a 3 cilindri

Dopo i rendering in CAD che uscirono settimane orsono, in America è sfuggita un'immagine completa

MT09X: ecco l'erede della TDM a 3 cilindri

Storia lunga. Quando a Colonia Yamaha presentò il suo progetto di motore tre cilindri Crossplane, era evidente come una piattaforma del genere sarebbe stata sviluppata in varie declinazioni.

Iwata presentò immediatamente la propria MT-09, Naked motard che nel giro di poco tempo è riuscita a entrare nel cuore di appassionati e non. il motivo era semplice: una moto che punta sul divertimento totale ed assoluto, con il pilota al centro dell'attenzione, un'erogazione fluida e vigorosa in grado di regalare tanto divertimento.

Un successo quindi, anche in termini di vendite, accompagnato da una campagna mediatica adrenalinica. Una prima estrazione filosofica, a cui ora, sta per affiancarsi una seconda declinazione, più votata al mondo delle crosstourer.

In altre parole, quella che verrà ufficialmente svelata ad Eicma sarà l'erede della TDM, la MT-09X. Non si tratta di una novità assoluta in quanto, alcune settimane orsono, erano usciti fuori i render in CAD del modello. Una moto che sarà più "intelligente" e votata al turismo di medio-lunga gittata, mantenendo sempre quel DNA tipico del Dark Side of Japan.

MT-09X il suo nome ufficioso (ufficiale?), mentre dall'altra parte dell'Oceano, sul versante a Stelle e Strisce, prenderà il nome di FJ-09. Ma perchè citare proprio Yamaha America? Perchè sul sito ufficiale della casa, per alcuni minuti, è apparsa la foto della versione definitiva. Mossa di marketing virale o semplice svista, la Rete ha fatto il suo corso, condividendo tale immagine - insieme ad alcune altre postate dai colleghi di nieuwsmotor.nl - in giro per il mondo.

Ad un primo sguardo, è impossibile non fare a meno di notare la prossimità stilistica, oltre che tecnica, che questa X ha nei confronti della MT-09. Questa erede del TDM si distingue ovviamente per la sua natura: manubrio alto con tanto di paramani, una sella rialzata, un plexiglas più grande per potersi riparare meglio dall'aria, ed una piccola carenatura plasmata anche da dei convogliatori.

Essendo una moto improntata maggiormente sul turismo, è stato maggiorato il serbatoio, ed anche la coda ora risulta differente. Nella Naked motardistica vi era una sella tronca sostanzialmente unica. Qui, oltre agli appigli per il passeggero, la sella è divisa e separata. Cambia conseguentemente anche la triangolazione, con una posizione più comoda, meno caricata. Dal punto di vista tecnico, chiaramente telaio, forcellone e ruote sono praticamente le stesse della MT-09.

L'attesa comunque volge al termine: tra poche settimane a Milano, al prossimo Salone EICMA potremo vederla dal vivo. L'erede della TDM è pronta ad entrare sul mercato, in una sfida che coinvolgerà, senza ombra di dubbio, la prossima MV Agusta Turismo Veloce 800, anch'essa potenzialmente prevista per EICMA.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti