Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: le nuove gomme un secondo più lente

"Io e Marquez siamo un passo avanti ma Valentino e altri piloti potrebbero raggiungerci"

Lorenzo non è tipo che fa giri di parole e non ha cambiato atteggiamento neanche dopo avere provato le gomme portate da Bridgestone a Phillip Island. “Rispetto a quelle dello scorso anno, sono più lente di un secondo. Quando avevamo fatto i test qui a marzo la situazione era diversa, il gap era di mezzo secondo”, afferma.

Al netto delle gomme, come giudichi le tue prestazioni?

Tutto sommato sto andando forte, questa mattina solo Aleix mi è stato davanti ma montando lo pneumatico più morbido. La M1 funziona bene su questa pista”.

E la caduta?

Stavo usando la gomma asimmetrica che ha la mescola più morbida a destra e quella più dura al centro e a sinistra. Non ho dato abbastanza carico sulla spalla e sono finito a terra. È stata una caduta simile a quelle che accadono sul bagnato, colpa anche delle temperature basse”.

Su che gomma sei orientato per l’anteriore?

“L’anno passato avevo usato la 31, la più morbida, come anche nei test e sembra che anche questa volta si possa utilizzare. Dipende se farà più caldo, potrebbe diventare più difficile”.

E per il posteriore?

Non ho provato la mescola più dura, la moto non aveva grip. Bridgestone ha puntato sulla sicurezza, va bene, ma l’aderenza è veramente bassa”.

Quali saranno i rivali per la gara?

In questo momento io e Marquez siamo un passo avanti, poi vedo bene anche Valentino. Bisognerò aspettare domani e vedere le posizioni in qualifica. Penso che anche altri piloti potranno avvicinarsi”.

Qual è la tua opinione sulla necessità di Pedrosa di cambiare il capotecnico dopo l’addio di Leitner?

All’inizio non sarà facile per lui, forse avrà qualche problema di adattamento anche perché Mike e Dani erano insieme da tanto tempo. Solo il tempo dirà se farà la scelta giusta. A Rossi, per esempio, è andata bene”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti