Tu sei qui

MotoGP, Rossi: le gomme? bisognerà prenderci

"Ho fatto i giusti cambiamenti alla fine, avrei potuto essere più veloce con un giro in più"

La vela della M1 di Valentino Rossi si è gonfiata al vento dell’oceano che circonda Phillip Island. Il quinto posto di giornata, secondo il Dottore, non rispecchia del tutto il suo potenziale, perché quel tempo l’ha ottenuto “con una gomma che aveva venti giri sulle spalle e, se ne avessi fatto un altro, probabilmente avrei potuto migliorare” afferma.

Quindi sei soddisfatto?

E’ stata una giornata abbastanza positiva, sono stato veloce in entrambi i turni ma il miglioramento decisivo l’ho fatto nelle ultime due uscite. La pista ha meno grip rispetto allo scorso anno e bisogna lottare con la trazione sia nei curvoni veloci che nelle accelerazioni. Comunque oggi le condizioni erano buone e ho potuto spingere”.

Chi sono gli avversari da cui guardarsi?

Sicuramente Lorenzo e Marquez, Jorge sembra avere qualcosa di più ma Marc nell’ultima uscita ha girato forte. Li metto sullo stesso livello e io devo ancora migliorare in un paio di punti”.

La più grande novità sono le gomme anteriori, cosa ne pensi?

Penso che l’asimmetrico sia una buona opzione, perché su questa pista serve una mescola diversa sui due lati. Io però non l’ho provata, ho preferito concentrarmi sulla mescola più morbida e mi sono trovato bene. L’unico dubbio è se resisterà sulla distanza si gara, per ora sembra di sì”.

Però dovrai decidere questa sera quale gomme usare nei prossimi giorni.

Cercherò di prenderci (ride). La mia intenzione è quella di continuare con la morbida, se poi ci saranno problemi passerò all’asimmetrica. Mi sembra che sia una gomma più difficile da gestire, soprattutto in frenata, e la caduta di Lorenzo lo dimostra. Nei test avevo usato la morbida per le simulazione e aveva resistito”.

Il fatto che si correrà alle 16 sarà un vantaggio?

Credo di sì, le temperature dovrebbero essere più basse e questo dovrebbe influire positivamente sulla durata delle gomme”.

Passiamo a un altro argomento, è di oggi la notizia che Pedrosa perderà il suo capotecnico il prossimo anno.

E’ difficile commentarla, bisognerebbe sapere qual è la sua situazione. Per me cambiare è stata una buona scelta, potrebbe essere quella novità che gli permetterà di andare più forte”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti