Tu sei qui

Moto2, FP2: si conferma Esteve Rabat

Caduta per Mika Kallio. Migliore dei nostri è Mattia Pasini, ottavo

Prove effettive di conquista di titolo mondiale da parte di Rabat. Questo il telegramma della Moto2 che arriva dalla prima giornata di libere da Phillip Island dove Esteve ha chiuso anche la seconda sessione in prima posizione con il riferimento cronometrico pari a 1'33.057.

Ciò che stupisce non è tanto il giro più veloce, quanto il passo sostenuto dallo spagnolo in entrambe le sessioni. Rabat infatti ha effettuato qualcosa come ventisette giri sul passo dell'1'33 basso. Ad oggi, Tito è semplicemente imprendibile.

Seconda posizione per Sandro Cortese staccato di ben 598 millesimi di secondo, a precedere Luthi (+0.624). Rispetto alla prima sessione di prove libere, dove vi era stata una vera e propria ecatombe di cadute, nel pomeriggio australiano si è assistito a meno "imprevisti".

Uno dei protagonisti del più classico degli high-side è stato però Mika Kallio, disarcionato dalla sua Kalex in uscita di curva dieci. Il finlandese ha chiuso questa seconda sessione in sesta posizione a +0.881. Un risultato che, se si dovesse ripetere domenica, consegnerebbe il titolo a Rabat.

Tornando a scorrere la classifica, quarta posizione per Maverick Vinales, anch'egli scivolato alla Honda Corner, davanti a Julian Simon, risalito proprio sotto la bandiera a scacchi. Buon ottavo posto per Mattia Pasini con un secondo di ritardo, a precedere Sam Lowes e Franco Morbidelli. Chi invece ha deluso dopo le ottime premesse della mattinata è Jordi Torres. Lo spagnolo aveva assaporato anche il miglior crono nelle FP1, ma complice anche una caduta, aveva chiuso in seconda piazza. Nel pomeriggio evidentemente il feeling con l'anteriore non è tornato e Torres chiude in 20esima piazza.

In tema di cadute, da sottolineare quella di Lorenzo Baldassarri, vittima delle temperature. L'italiano ha raccontato di aver rallentato poco prima, e quando ha ripreso, seppur gradualmente, il gas in mano, è stato disarcionato nell'ultima curva.

Baldassarri precede Luis Salom, sofferente con la spalla sinistra, infortunata in mattinata.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti