Tu sei qui

Moto3, FP2: Jack Miller suona la carica

Migliore dei nostri rappresentanti è Enea Bastianini, nono, davanti al leader in campionato Marquez

Nemo propheta in patria? Per questa giornata è un detto che presenta delle lacune. Jack Miller conquista infatti il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere sul circuito di Phillip ISland.

L'australiano ha completato un totale di 18 passaggi, e proprio nel suo ultimo tentativo ha stampato un 1'37.033 che lo porta in testa per appena 32 millesimi di secondo su Efren Vazquez, e 44 millesimi su un sorprendente Juanfran Guevara con la Kalex del team Aspar.

Quarta posizione per Brad Binder, anch'egli vicinissimo con la propria Mahindra del team di Fiorenzo Caponera. Il sudafricano accusa infatti un ritardo di 53 millesimi dal riferimento di Miller. Impressionante quindi notare come in quattro piloti si trovino compresi in un delta inferiore al decimo di distacco.

Quinta piazza per Danny Kent che comunque mostra il proprio stato di forma riscontrato già una settimana fa a Motegi. Il portacolori Husqvarna all'interno del team Ajo, completa la sessione in 1'37.149 con 116 millesimi di ritardo da Miller. Sesta piazza per Alex Rins che precede Isaac Vinales e Nicklas Ajo in ottava piazza.

Il migliore dei nostri rappresentanti è Enea Bastianini, nono, ma comunque con un distacco contenuto dalla testa della classifica. Per il portacolori del team Gresini, un 1'37.458 con 425 millesimi di secondo di ritardo. Enea è riuscito comunque a mettersi dietro il leader in campionato Alex Marquez, e la coppia Mahindra del team CIP con il nostro Tonucci undicesimo davanti a Jesper Iwema.

Tredicesima posizione per Romano Fenati (+0.707) a precedere altre due Mahindra, in questo caso quelle del team ufficiale con Oliveira davanti a Migno. A proposito di Mahindra, da sottolineare la caduta del nostro Matteo Ferrari all'uscita dell'ultima curva. In un primo momento sembrava che il giovane italiano avesse sbattuto la testa perdendo conoscenza.

In realtà, lo stesso Ferrari - portato al centro medico - ha parlato di una gran botta alla schiena, comunque senza conseguenze. In tema di cadute, senza crono John McPhee, caduto alla Lucky Heights ad inizio turno. Gli altri italiani: 18esimo Niccolò Antonelli, 21esimo Locatelli, 24esimo Bagnaia, 31esimo proprio Ferrari.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti