Tu sei qui

Le due ruote diventano reality

Dal 20 ottobre, su MTV, Motorhome-Piloti di famiglia, il primo reality sul motociclismo

Li hanno seguiti per sette mesi. In pista, tra le mura di casa, in vacanza e addirittura sui banchi di scuola. Alessandro Del Bianco, Stefano Valtulini, Andrea Caravella e Cecilia Masoni: sono loro i protagonisti di “Motorhome - Piloti di Famiglia”, il nuovo reality sulle due ruote che andrà in onda da lunedì 20 ottobre su MTV (canale 8 ddt). Quattro ragazzi con la passione delle moto e un sogno che li lega, diventare futuri campioni, proprio come i loro idoli, Marc Marquez e Valentino Rossi.

Il nuovo programma, realizzato in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana, racconta gioie, emozioni e delusioni di questi piloti, che li vede impegnati nella stagione 2014 CIV. C’è chi, come Stefano Valtulini, viveva inizialmente con preoccupazione la presenza della telecamera. In seguito è diventata una piacevole abitudine: “E’ stato un  progetto davvero entusiasmante – spiega il pilota di Bolgare –Per me, come per gli altri ragazzi, il motociclismo è una ragione di vita e sono quindi contento di aver fatto parte di questo progetto”.

Il sogno è quello di debuttare un giorno nel Mondiale con la Moto3, prendendo spunto da un giovane campione: Nelle minima cilindrata Miller è il mio modello – sottolinea Valtulini –mi piace perché è uno di quei piloti che non si accontenta mai e rischia sempre tutto, andando spesso oltre il limite”. In attesa da salire sulla Moto3, c’è prima da affrontare l’ultima gara del CIV, in programma questo weekend al Mugello: “Attualmente sono quinto in campionato – conclude l’alfiere Honda – l’obiettivo è quello di arrivare nei primi tre, anche se non sarà facile”.

Tra i protagonisti del reality sulle due ruote non poteva mancare il volto femminile. Alle bambole, Cecilia Masoni ha preferito la moto e il pallone: “Mi sono avvicinata a questo sport grazie a mio nonno – spiega – lui aveva un negozio di caschi e mi portava spesso in giro sulla moto. Mi piaceva così tanto che la chiesi come regalo ai miei genitori e alla fine furono costretti a cedere alla mia richiesta. Purtroppo per loro non mi accontentavo di andare solo in strada, così è iniziata la mia avventura in pista”.

Anche lei vuole arrivare nel mondiale, seguendo le orme di Ana Carrasco: “E’ una grandissima motociclista – afferma Cecilia – non è per niente facile competere con avversari come Marquez e Miller, però apprezzo la sua grande determinazione. Spero  di riuscire un giorno a gareggiare con lei”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti