Tu sei qui

MotoGP, Marquez: con l'Australia ho un conto in sospeso

"Lo scorso anno fu un incubo". Pedrosa: "Spero non si ripetano i problemi del 2013"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Il team ufficiale Honda è atterrato in Australia con un titolo mondiale in più in bacheca, centrato da Marc Marquez sul circuito di casa del marchio giapponese a Motegi, ma ancora diversi giochi in sospeso. Uno su tutti, il secondo posto in campionato di Dani Pedrosa, attualmente a pari punti con Valentino Rossi a quota 230. E poi lo stesso Marquez può ritoccare le sue già impressionanti statistiche in MotoGP, andando peraltro a caccia di un successo che gli manca in Australia dal 2010, quando correva in 125.

“Stiamo ancora assimilando ciò che abbiamo conquistato in Giappone un paio di giorni fa – ha detto MarquezVincere il titolo nei miei primi due anni in classe regina è un sogno che si avvera e voglio ringraziare la mia famiglia e l’intera squadra per il supporto e la dedizione. Ora posso rilassarmi un po’, ma non troppo. Voglio vincere altre gare, e finire il campionato su una nota positiva”.

Al di là del record personale, a Marquez brucia ancora il ricordo dell’anno passato, quando in Australia fu squalificato per essere rientrato ai box per il cambio gomme obbligatorio con un giro di ritardo, in una delle gare più controverse degli ultimi anni.

“Lo scorso anno, Phillip Island fu come un incubo – ha aggiunto – Ho un conto in sospeso. Il circuito mi piace, è molto divertente. Speriamo che il tempo sia  bello, in modo da sfruttare appieno il fine settimana”.

Pedrosa, dal canto suo, avrà il suo bel daffare per contenere il duo Yamaha composto da Rossi e Lorenzo, entrambi a caccia del titolo di vice-campione.

“La gara di Motegi è stata un po’ frustrante – ha detto il pilota di Sabadell – Voglio lasciarmela alle spalle in Australia. Ho fatto un test a Phillip Island a inizio stagione, ma restano da scoprire le condizioni meteo che troveremo ora. La pista è emozionante e dà sempre vita a gare divertenti, spero solo che non si ripetano i problemi del 2013. L’obiettivo è consolidare il secondo posto in classifica”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti