Tu sei qui

MotoGP, Motegi: Marc Marquez è già da record

FP3 - Il campione del mondo sotto la Pole position di Lorenzo del 2012. Seconda piazza per Rossi

Motegi, circuito di proprietà Honda, è il perfetto palcoscenico per la conquista eventuale del titolo iridato da parte di Marc Marquez. Dopo aver lasciato gli onori delle cronache per quanto riguarda le prime due sessioni, in questa terza, il giovane campione del mondo ha mostrato ancora una volta la propria pasta, chiudendo con il crono di 1'44.940.

Un riferimento estremamente veloce, tanto da esser il nuovo record della pista, appannaggio finora di Dani Pedrosa (1'45.589) e, sopratutto, più veloce persino della Pole position di Jorge Lorenzo del 2012, fermata sull'1'44.969.

Un nuovo record dunque, prima ancora di arrivare alle qualificazioni. Marquez inoltre, oltre alla velocità pura ha mostrato una certa consistenza in termini di passo sull'1'45 basso, ottenuto dopo 13 giri cronometrati. Seconda posizione per Valentino Rossi con il crono di 1'45.167, 227 millesimi di secondo peggio del giovane campione del mondo.

Per l'italiano, undici giri cronometrati, ed un passo che ancora stenta a trovare una sua omogeneità. Il pilota di Tavullia si ritrova praticamente circondato da altri spagnoli: la terza piazza infatti è appannaggio di Pol Espargaro, staccato di 299 millesimi di secondo dalla vetta, ed appena 72 millesimi da Rossi stesso.

Il portacolori di casa Tech3 ha chiuso con un totale di dodici giri cronometrati che offrono un rendimento sull'1'46 basso-1'45 alto in termini di passo di gara. Quarta piazza per Jorge Lorenzo che, con il suo 1'45.363, accusa un ritardo di 423 millesimi da Marquez. Il maiorchino però, a dispetto degli avversari che si trovano immediatamente davanti a lui, sembrerebbe avere un passo migliore, sull'1.45.5, serie che lo proiettano - al momento - come contendente più pericoloso in vista della gara.

Quinta piazza per Andrea Iannone (+0.460) a precedere la seconda delle Yamaha Tech3 con Bradley Smith (+0.537) e la Ducati del team interno con Cal Critchlow. L'inglese chiude questa terza sessione con un tempo migliore rispetto a quanto stabilito da Dovizioso che, in queste FP3, si insedia in nona posizione con un ritardo di 625 millesimi dalla vetta.

Tra le due moto di Borgo Panigale, ecco spuntare in ottava piazza Daniel Pedrosa (+0.608). Decima piazza per Alvaro Bautista (+0.840) che relega fuori dalla top ten, per questa sessione, Aleix Espargaro e Yonny Hernandez, oltre che Stefan Bradl. Da segnalare la 15esima piazza per Nakasuga, la 18esima per Alex De Angelis a precedere Danilo Petrucci.

E' importante però dare uno sguardo alla classifica combinata che decreta le posizioni di accesso dirette alla Q2: Marquez ovviamente in testa, davanti a Dovizioso secondo (con il tempo ottenuto in FP2). Terzo Rossi, davanti a Pol Espargaro, Lorenzo, Iannone, Smith, Crutchlow, Pedrosa in nona piazza e Bradl rientrato per il rotto della cuffia, relegando Alvaro Bautista ed Aleix Espargaro al Q1.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti