Tu sei qui

MotoGP, Marquez: a 260 all'ora senza freni

Partenza in salita per Marc. Pedrosa 4°: "e ho stabilito il record di stoppie in MotoGP!"

Il weekend di Marc Marquez a Motegi è iniziato con un ruzzolone. Il piccolo diavolo in uscita dalla quarta curva ha toccato leggermente l’erba e l’anteriore ha dato una violenta sbacchettata. Le pastiglie si sono aperte e quando è arrivato alla staccata della curva successiva, in quinta marcia a circa 260 km/h, si è trovato senza freni.

Ho pinzato e non è successo niente. Ho riprovato e solo alla terza volta la moto ha incominciato a rallentare ma ormai era troppo tardi – racconta Marc – Ho visto il muro veramente vicino e una caduta non è stato il miglior modo per iniziare il weekend. Ne ho parlato con i tecnici mi hanno spiegato che con i dischi da 340 mm di diametro, che hanno un peso maggiore, è più facile che succeda. Diciamo che quando sono ripassato in quel punto mi sono tenuto un po’ di margine. Comunque adesso lo so e non dovrebbe costituire un problema”.

L’incidente ha comunque condizionato la giornata di Marquez che a fine giornata è stato ‘solo’ 6° e non si è migliorato troppo nel pomeriggio.

La mattina ho perso tempo per quella caduta ma la moto non era a posto – continua – Piuttosto che stravolgerla e magari imboccare una strada sbagliata ho preferito continuare così per capire meglio il problema. Forse in un’altra occasione avrei spinto di più nel secondo turno, ma dopo l’avvertimento di questa mattina ho preferito rimanere calmo”.

Dani PedrosaMarquez forse sta veramente incominciando a pensare al campionato e il suo primo avversario è Dani Pedrosa. Il fantino di Sabadell oggi è stato davanti, con il quarto tempo, divertendosi molto in delle lunghe frenate sulla ruota anteriore alla curva undici.

Penso di avere fatto il record di stoppie in MotoGP – ride – Quella è una frenata in discesa, mi sono accorto che il posteriore si stava sollevando un po’ troppo, ma ho continuato a frenare. Ero un po’ preoccupato del momento in cui il posteriore avrebbe di nuovo toccato terra, ma ho gestito la situazione e sono riuscito a fare la curva. L’ho detto ai miei meccanici e non ci credevano, poi hanno visto le immagini in tv. Penso di avere percorso un centinaio di metri con il posteriore alzato, stanno controllando i dati, me lo diranno”.

Numeri da circo a parte, Dani è anche soddisfatto della sua prima giornata a Motegi.

Sono contento, ho fatto diverse prove sulle gomme e il ritmo è stato buono. Ho visto Dovizioso molto forte oggi, anche sul passo. Il mio obiettivo rimane il secondo posto in campionato, Lorenzo è in un gran momento, ha recuperato bene dopo un momento difficile, ma allo stesso tempo Rossi si sta mantenendo su un livello molto alto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti