Tu sei qui

Moto2, FP2: Kent e la Husqvarna volano a Motegi

L'inglese migliora il tempo realizzato in mattinata, nei primi dieci anche Bastianini e Antonelli

Sembra proprio averci preso gusto. Dopo aver realizzato il riferimento nella mattinata, Danny Kent si ripete anche nel pomeriggio. L’alfiere della Husqvarna migliora di quasi tre decimi il tempo della FP1, bloccando il cronometro sull’ 1’57”317. Se l’inglese è la conferma del venerdì, nel pomeriggio di Motegi si è assistito al ritorno delle Honda, con Alex Rins che chiude il turno staccato di soli 58 millesimi dal rivale, soffrendo nel tratto centrale della pista. Nella prime posizioni anche le Mahindra di Oliveira (+0.101) e Binder (+0.313), con il portoghese che precede il sudafricano per poco più di due decimi.

Rins sale, mentre il compagno di squadra Marquez (+0.548) è costretto ad inseguire in settima posizione, accusando un distacco dalla vetta che supera il mezzo secondo. Peggio è andata a Jack Miller (+0.728).  Addirittura tredicesimo l’australiano, con quasi otto decimi di gap da recuperare. Per un Miller che mastica amaro, c’è un Bastianini (+0.490) che sorride. Anche nella seconda sessione il romagnolo risulta essere il migliore degli italiani con il quinto tempo, precedendo un Niccolò Antonelli (+0.548) in netta rimonta.  I due alfieri della KTM sono gli unici della pattuglia azzurra ad insediarsi nella top ten, tanto che Fenati (+0.748) è soltanto quattordicesimo. L’alfiere del team Sky è insidiato dal malese Khairuddin (+0.909) e Alessandro Tonucci (+0.924), con quest’ultimo che a dieci minuti dal termine navigava in seconda posizione assoluta. Alle spalle della Mahindra, Francesco Bagnaia (17°, +0.970).

Una FP2 combattuta quella della minima cilindrata, in cui diciassette piloti sono racchiusi in un solo secondo. Ancora alla ricerca del giusto feeling Ferrari (20°, +1.101) e Locatelli (28°, +2.433), nel mezzo Andrea Migno (24°, +1.713).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti