Tu sei qui

MotoGP, Dovi, Motegi ha le "staccate" giuste

"La mia frenata 'pesante' è un vantaggio. La D16 ora è competitiva su piste diverse tra loro"

La pioggia caduta ad Aragon non ha, tutto sommato, fermato i progressi di Ducati che, nonostante le cadute di Andrea Iannone ed Andrea Dovizioso, è salita sul podio con Cal Crutchlow. La GP 14.2, pur senza apportare novità radicali, è piaciuta ai piloti verrà impiegata da qui alla fine del campionato in attesa del debutto della nuova D16. La missione, come sempre, è quella di ridurre il distacco degli avversari. Tuttavia, nei box dipinti di rosso sono tutti pronti a cogliere l’occasione.

“Motegi è una pista che mi piace, soprattutto perché io ho una frenata ‘pesante’ e questo è un vantaggio, viste le caratteristiche del tracciato – ha dichiarato Andrea Dovizioso – Credo che la nostra moto possa essere competitiva anche in Giappone, perché nelle ultime quattro gare siamo sempre stati competitivi su circuiti con caratteristiche completamente diverse”.

Il forlivese, sempre molto realistico, non vuole fare pronostici. Però, aggiunge, “sicuramente andiamo a Motegi molto motivati. Qui ho ottenuto dei buoni risultati in MotoGP, soprattutto nel 2010 quando ho conquistato pole position, la mia unica finora in MotoGP, e ho poi terminato la gara al secondo posto”.

Rigenerato dal podio in Spagna Cal Crutchlow, alle ultime quattro gare sulla Rossa in quella che si è rivelata da subito una stagione in salita, ma determinato a regalare altre soddisfazioni alla Casa italiana prima di passare sulla Honda.

“Dopo il buon risultato ottenuto ad Aragon, vado molto fiducioso in Giappone, dove ho moltissimi fans, e spero di poter continuare questo momento positivo – ha detto CrutchlowSono molto soddisfatto del lavoro dei ragazzi del mio team, e di conseguenza le mie prestazioni sono migliorate rispetto a qualche gara fa. Motegi è una pista diversa dal solito, con lunghi rettilinei seguiti da curve dove serve una buona frenata: è un circuito che mi piace e sarà una gara interessante per me”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti