Tu sei qui

MotoGP, Marquez: Motegi? Una gara come le altre

"Sarebbe fantastico vincere il titolo in casa di Honda, ma cercherò di non pensarci. Ho imparato la lezione"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Se ad Aragon Marc Marquez poteva contare sulla vicinanza a casa ed il supporto del pubblico amico, il GP di Motegi – quindicesima prova del campionato MotoGP - offrirà un altro “match point” con il vantaggio del fattore campo al giovane spagnolo. Il tracciato è infatti la pista di casa di Honda.

Facendo un po’ di conti, a Marquez basterà chiudere la gara davanti a Pedrosa e non cedere più di 3 punti a Rossi e 15 a Lorenzo. Dopo l’azzardo in Spagna, è ipotizzabile che il pilota di Cervera adotti una tattica differente.

“Il GP di Aragon è stato difficile – ha dichiarato Marquez – Ho imparato una lezione importante. Siamo stati fortunati a non perdere punti rispetto ai nostri rivali diretti, ed in Giappone avrò un’altra occasione di laurearmi campione. Cercherò di non pensarci troppo, anche se sarebbe fantastico vincere il titolo in casa di Honda".

Detto questo, Marquez non sembra voler fare troppi calcoli ma piuttosto affrontare l’appuntamento “come una gara normale. Lavoreremo duro fin dal venerdì e cercheremo di vincere domenica. Lo scorso anno, al debutto a Motegi su una MotoGP, non fu affatto facile. Quest’anno spero di avere più tempo sull’asciutto per mettere a punto la moto”.

Propositi di riscatto anche per Dani Pedrosa, che a Motegi ha vinto in quattro occasioni e vuole consolidare il secondo posto nella classifica iridata.

“Ad Aragon abbiamo preso una decisione sbagliata nel non anticipare il rientro ai box – ha ammesso Pedrosa – Ma ora è il momento di guardare avanti e concentrarci su Motegi. Correre in casa di Honda mi dà sempre una motivazione in più. La pista ha staccate ed accelerazioni molto forti, quindi serve una messa a punto che garantisca una buona stabilità e trazione. Spero che il tempo sia più bello che lo scorso anno”.

Il ricordo più bello di Pedrosa in Giappone risale al 2009.

“Al sabato hanno sospeso le qualifiche per la pioggia, ed al venerdì non avevo potuto girare per un problema tecnico – ha raccontato – In gara partivo dalla settima fila, ma alla terza curva ero già secondo. Non so nemmeno io come ho fatto”.

GUARDA IL VIDEO


 


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti