Tu sei qui

SBK, Magny Cours, WUP: Guintoli sfrutta la pioggia

Il francese unico sotto i due minuti davanti ad Haslam e Melandri. Sykes cauto (nono)

Magny Cours, WUP: Guintoli sfrutta la pioggia

Con Tom Sykes in pole position e l’imperativo di vincere, Sylvain Guintoli e l’Aprilia devono sfruttare ogni occasione e a Magny Cours l’arrivo (previsto) della pioggia minaccia di mischiare ulteriormente le carte in tavola nel momento chiave della stagione. Il francese su Aprilia, quinto in griglia tra Chaz Davies e Marco Melandri, ha mostrato la solita competitività in condizioni di aderenza precaria, fermando il cronometro sul tempo di 1'59.828 (unico sotto i due minuti).

Con le previsioni meteo che minacciano pioggia fino a metà pomeriggio, si prospettano due gare bagnate. Vale la pena di ricordare come, nel 2014, la SBK abbia corso due volte in queste condizioni, ad Assen e Portimão. In entrambi i casi, ha vinto Jonathan Rea. Il britannico su Honda ha chiuso il WUP al quarto posto (+0.514) alle spalle di Leon Haslam (+0.251) e Marco Melandri (+0.260). Sotto il secondo di distacco anche Davide Giugliano (+0.863), sempre competitivo sul bagnato, che chiude la Top 5. Seguono Loris Baz, Alex Lowes, Chaz Davies, Tom Sykes e Sylvain Barrier, decimo e primo su EVO. Gli altri italiani: undicesimo Niccolò Canepa, quindicesimo Lorenzo Lanzi, ventesimo Alessandro Andreozzi, ventiquattresimo Claudio Corti.

Immancabili le scivolate, fortunatamente tutte senza conseguenze per i piloti. A terra May, Andreozzi, Lowes, Rizmayer, ed Elias. Da sottolineare come Pirelli abbia portato per l’occasione una nuova mescola per gli pneumatici da bagnato (sigla T0905) per incrementare il grip a temperature più basse. I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti