Tu sei qui

SBK, Guintoli: battere Sykes? Non basta

"Devo vincere". Melandri: "Mi aspettavo di più, ma per la gara siamo a posto"

Guintoli: battere Sykes? Non basta

Tom Sykes si è aggiudicato a Magny Cours la quinta pole position stagionale, ma Sylvain Guintoli, staccato di 31 punti in classifica, è ben lontano dall’alzare bandiera bianca. Il francese ha chiuso le qualifiche in quinta posizione, staccato di 0.818 secondi, ma le differenze di velocità sono molto più limitate con gomma da gara (1’37 e mezzo il passo, abbastanza omogeneo, delle prime due file).

“Non avevo ottime sensazioni con la gomma da tempo, perché il grip sul posteriore era minore del solito, ma per la gara siamo a posto – ha affermato, con convinzione, il transalpino – Mi aspetto una grande battaglia, siamo almeno in cinque in grado di lottare per la vittoria”.

Nessun calcolo all'orizzonte per uno dei piloti più analitici e "regolari" del paddock. Da inseguitore, la strategia di Guintoli è una sola: vincere, e sperare che altri piloti si frappongano tra lui ed il campione in carica.

“Per quanto mi riguarda, non posso fare calcoli – ha aggiunto – Non devo solo battere Sykes, ma anche arrivare primo al traguardo per recuperare più punti possibili. Sono pronto a lottare”.

Tornando alle qualifiche, responso pressoché identico da parte di Marco Melandri (sesto, +0.824), fiducioso per quanto riguarda il passo di gara ma un po’ meno per quanto riguarda la stabilità del meteo francese (le ultime previsioni danno pioggia nelle prime ore del mattino).

“Mi aspettavo qualcosa in più dalla Superpole, ma per la gara siamo messi piuttosto bene – ha commentato MelandriBisognerà fare una buona partenza e non far scappare chi sta davanti. E sperando che il meteo non scombini i piani…”

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti