Tu sei qui

SBK, WSS: la zampata di Jules Cluzel

QP - Il francese precede la wildcard Lucas Mahias e Sofuoglu. In Stock1000 Pole a Savadori, decimo Mercado

Non era cominciato nel migliore dei modi il fine settimana di Jules Cluzel. L'alfiere MV Agusta, che fino a Jerez ha conteso il titolo mondiale a Van der Mark, era partito leggermente in sordina nel week-end di casa, risalendo sempre più la china fino alla conquista della prima casella durante il turno ufficiale di qualificazione qui a Magny Cours.

1'40.550 il riferimento cronometrico del portacolori di Schiranna, ottenuto negli ultimi istanti, strappando la Pole a Kenan Sofuoglu. Il turco del team Puccetti sotto la bandiera a scacchi ha chiuso quindi in terza posizione, con un ritardo di 486 millesimi da Cluzel, sopravanzato anche dalla wild-card Mahias di appena 27 millesimi di secondo.

Sarà una lotta in casa quella che ci attende domani? Non scontato, perchè oltre a Sofuoglu, in quarta posizione abbiamo Van der Mark (+0.601), seguito a ruota da un Roberto Tamburini protagonista, fino ad oggi, di un fine settimana decisamente positivo. Sesta piazza per Patrick Jacobsen, autore anche di una caduta alla curva Estoril. Settima piazza per Massimo Roccoli, con il riferimento cronometrico di 1'41.517, ultimo pilota ad accusare un ritardo inferiore al secondo.

Ottavo Florian Marino, davanti a Jack Kennedy e Lorenzo Zanetti che chiude la top ten a +1.344. Buona la prestazione di Alessandro Nocco, dodicesimo dopo i problemi occorsi in mattinata. Gli altri italiani: 16esimo Alex Baldolini, 17esimo Roberto Rolfo, 19esimo Luca Marconi, 24esimo Fabio Menghi e 26esimo Christian Gamarino.

STOCK 1000 - Nell'ultima qualifica ufficiale della stagione, Lorenzo Savadori conquista la pole position con il riferimento cronometrico di 1'41.781. Un risultato che acquisisce ancor più valore se si pensa che il suo diretto rivale in campionato, l'argentino Leandro Mercado, ha chiuso solamente in undicesima piazza, staccato di 1.193 secondi dalla vetta. Tra i due, in campionato, ci sono solamente cinque punti di distacco.

In seconda posizione troviamo Ondrej Jezek, compagno di squadra di Mercado in seno al team Barni. Per il pilota della repubblica ceca, un distacco di 149 millesimi. Se durante le prove vi è stata un'alternanza tra Ducati e Kawasaki, nei piani alti in qualifica si vede la Honda di Smith, quarta, preceduta però da Fabio Massei in terza piazza. Il romano si candida come protagonista per la gara di domani, dopo la miglior prestazione nelle ultime libere.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti