Tu sei qui

Suzuki V-Strom 650XT: l'evoluzione della specie

INTERMOT COLONIA - La piccola V-Strom ripropone i concetti già introdotti sulla sorella da 1000cc

Suzuki V-Strom 650XT: l'evoluzione della specie

Vero best-seller nella categoria dei mezzi tuttoterreno e per il marchio Suzuki, in 10 anni di onorato servizio sulle strade di tutto il mondo, la piccola tourer di Hamamatsu entra nella nuova decade con un modello rivisto nei tratti della carrozzeria, che riprende quanto già visto sulla sorella da 1000cc, e con interessanti novità a livello ciclistico.

Becco d’autore - Lanciata negli anni ‘80 con la Suzuki Big, e riproposta con la 1000cc lo scorso anno, la soluzione del becco anteriore ritorna anche sulla nuova 650XT , dando un’impronta decisa a tutta l’estetica della moto. Un elemento di indubbio impatto visivo e che diventa un marchio ben riconoscibile per la famiglia delle tourer Suzuki. Il resto della silhouette ripropone quanto già visto sul precedente modello, con leggere rivisitazioni all’ergonomia, volta a rendere più efficace il controllo della V-Strom sui percorsi in fuoristrada. Su questa linea di sviluppo è da inquadrarsi l’altra novità per il 2015 di questa XT: nuove ruote a raggi che ora vedono una misura differenziata tra anteriore e posteriore, con una accoppiata 17”- 19” che ricalca la scelta già fatta sulla 1000 e che punta a incrementare le doti di stabilità sia sui percorsi più accidentati, sia nella guida sulle strade a veloce scorrimento.

Confermato il motore - Immutata l’unità da 645 cc, con il V-Twin da 90° ed i suoi  60 CV di potenza massima, omologato Euro3, e con una gestione dell’erogazione volta ad offrire il meglio ai regimi medio-bassi. Confermati anche i cilindri in alluminio pressofuso con trattamento SCEM antiusura, il sistema d'iniezione elettronica SDTV (Suzuki Dual Throttle Valve), gli iniettori a 10 fori, il cambio a 6 rapporti. Nulla da segnalare dal telaio, che resta il doppio trave in alluminio accoppiato a forcella da 43 regolabile su 5 livelli e mono posteriore anche esso regolabile, così come dall’equipaggiamento elettronico di serie, dove troviamo il sistema ABS.

Anche per questa evoluzione della V-Strom ritroviamo il parabrezza regolabile su tre posizioni e la strumentazione con elementi analogici ed LCD. Quattro le colorazioni  previste: Mat Fibroin Gray, Pearl Bracing White, Metallic Triton Blue e Candy Daring Red. Dal catologo accessori arrivano anche il kit valige (laterali e top case), cavalletto centrale, un cupolino maggiorato oltre al puntale paracoppa inferiore e la presa di servizio 12v.

 

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti