Tu sei qui

Kawasaki Ninja H2: arriva la bomba!

INTERMOT COLONIA - Un'immagine mostra la nuova Ninja H2, la nuova Kawa si presenta al mondo

Iscriviti al nostro canale YouTube

Tanto tuonò che alla fine piovve. Dopo aver trascorso l’ultimo mese a rosicchiare immagini qui a là dai video che man mano venivano pubblicati sulla rete, eccoci giunti al momento tanto atteso da molti. La nuova Ninja H2, la moto che inaugura ufficialmente la nuova era dei motori sovralimentati, si presenta al grande pubblico.

SOVRALIMENTAZIONE A BASSA PRESSIONE - L’unità della H2 è un quattro cilindri sovralimentato da 998cc che adotta un  compressore centrifugo a palette. Questa configurazione della sovralimentazione, non essendo anche presente una interrefrigerazione della carica aspirata (intercooler), ci parla di un sistema a bassa pressione.

Notoriamente, le giranti a palette richiedono elevati regimi di rotazione per avere robusti incrementi di sovralimentazione (circa 120.000 giri\min per 1,3-1,4 bar), per cui, non avendo ancora il dato sul rapporto di trasmissione tra albero e girante, ipotizziamo una cavalleria elevata, si parla di 300 CV dichiarati, ed un corposo irrobustimento della curva di coppia soprattutto ai medi. Dalle foto si nota anche il condotto Ram-Air di adduzione dell'aria per il "supercharger".

AERODINAMICA: KAWA CI RIPROVA - Oltre alla sovralimentazione, l’aspetto che immediatamente salta all’attenzione è lo studio aerodinamico che i tecnici Kawasaki hanno profuso sulla H2. Tutto il layout estetico della moto è imperniato su profili ed appendici, su frontale, lati del motore e cupolino, volti a massimizzare la deportanza della moto. Un tipo di studio che, ad onor del vero, ad oggi non ha mai creato effetti eclatanti. Già a fine anni ’60  MV, forte del suo know-how derivato dall’industria dei velivoli, tentò un approccio con la soluzione delle alette laterali, ma senza successo, così come Yamaha con la 500 dell’epoca Biaggi o più di recente Filippo Preziosi con la Ducati di Stoner. I risultati ottenuti però hanno fatto presto propendere verso altre vie.

La forma delle moto, ha di per sé un intrinseco profilo portante, cioè l’insieme tende ad alleggerirsi all’aumentare della velocità, e ciò è dovuto ad una forma asimmetrica a profilo alare che porta  la pressione dell’aria a diminuire su testa e spalle del pilota. Nel tempo si è sempre tentato ad ovviare a questo inconveniente con aerodinamiche “non convenzionali”, ma senza i benefici sperati, anche perché, a differenza delle auto, la moto porta a modificare la sua posizione durante la marcia, inficiando la resa delle ali (es. curve,  cambi di direzione). Kawasaki ci riprova, e siamo tutti un po’ curiosi di capire quanti e quali vantaggi siano riusciti a tirar fuori gli aerodinamici giapponesi senza penalizzarla, soprattutto in fase di inserimenti in curva, da aumentate resistenze laterali.

 

TRALICCIO E MONOBRACCIO - La parte, che potremmo definire più “scontata” è  il comparto ciclistico. Anche se pure in questo settore, la H2 segue strade diverse rispetto alla tradizione giapponese. Il telaio a traliccio e il forcellone monobraccio sono elementi, che messi insieme, difficilmente i costruttori del Sol Levante hanno tirato fuori su una loro realizzazione. La struttura a traliccio in questo caso, potrebbe essere avvalorata dalle maggiori temperature che si sprigionano dal motore sovralimentato. Ma qui siamo nel campo delle ipotesi tecniche. Certo è che anche in questo la H2 si mostra come un mezzo che si discosta molto dai classici schemi della scuola Kawasaki, dove a far da padrone sono stati i telai in alluminio e poderosi forcelloni, doppio braccio, a sezioni differenziate.

La nuova H2 sarà approntata in due versioni , una H2 stradale con una potenza ridotta a circa 240-250 CV che sarà presentata al prossimo EICMA, e la H2R, proprio questa presentata ad Intermot che si vede in foto, moto però non omologata per circolare su strada. La nuovissima Kawasaki Ninja lancia sul piatto una giocata di quelle forti. Le concorrenti accetteranno il gioco raccogliendo la sfida? Nel qual caso ne vedremo di sicuro delle belle...


GALLERY KAWASAKI NINJA H2

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti