Tu sei qui

Moto2, FP2: Rabat risponde a Morbidelli

Lo spagnolo firma il miglior tempo nel pomeriggio, precedendo Zarco e Kallio, 12° Morbidelli

Se nel turno della mattinata era stato Franco Morbidelli a prendersi la scena, nel pomeriggio a salire in cattedra è Tito Rabat. L’attuale leader del mondiale abbassa di quattro decimi il tempo realizzato in FP1 dal pilota capitolino, fermando il cronometro sull’1’53”838. Lo spagnolo è l’unico al termine della giornata ad essere sceso sotto il muro dell’1’54, tanto da portarsi a poco più di mezzo secondo dal best lap di Marc Marquez, realizzato nel 2011.

Rabat sale, Zarco (+0.263) si conferma ancora una volta come primo degli inseguitori. Poco più di due decimi separano la Caterham Suter dalla Kalex dell’alfiere Marc VDS. Il francese sembra soffrire qualcosa nella parte centrale della pista di Aragon, così come Mila Kallio (+0.307). Un Kallio in netta crescita, dopo una mattinata che lo aveva visto relegato nelle retrovie. All’inseguimento del finlandese l’accoppiata spagnola Simon (+0.464) –Viñales (+0.599), racchiusi in poco più di un decimo. Alle loro spalle il duo svizzero formato da Luthi (+0.609) ed Aegerter  (+0.743).

Chi scende nell’ultimo turno del venerdì è Franco Morbidelli (+0.989). Dopo una FP1 che lo ha visto protagonista, l’alfiere del Team Italtrans precipita in dodicesima posizione, girando oltre mezzo secondo più lento rispetto al tempo della mattinata. Nonostante i nove decimi di distacco da Rabat, il piola laziale è ancora il migliore dei portacolori italiani. Baldassarri (+2.050) è addirittura 29^, preceduto di tre posizioni da Riccardo Russo (+1.882). Si migliora di quasi un secondo Mattia Pasini (+1.386), che chiude il venerdì diciassettimo.

Da registrare la caduta senza conseguenze di Sam Lowes, staccato dalla top ten per soli undici millesimi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti