Tu sei qui

MotoGP, Marquez: avrei voluto il Mondiale in casa

Pedrosa punta al secondo posto in classifica, Lorenzo alla prima vittoria stagionale

A Misano Marc Marquez si è rovinato la festa con le proprie mani. A volte osare non paga e il risultato è che “avrei tanto voluto vincere il titolo qui ad Aragon, in casa, ma invece sono caduto”. Un piccolo neo che non riesce a rovinare una stagione comunque fantastica e alla fine quel modo di guidare senza mai accontentarsi è il suo marchio di fabbrica. Quello che affascina gli appassionati.

Ho preso dei rischi, ho guidato oltre il limite e sono caduto. Ora però è tempo di pensare al campionato e gestire il vantaggio in classifica – si fa saggio – Questa è la mia pista preferita, mi diverto a guidare qui”.

È anche un circuito Honda, e sulle quattro edizioni disputate solo Stoner sulla Ducati era riuscito a battere la moto di Tokyo. Un vantaggio anche per Dani Pedrosa, che punta alla seconda posizione in classifica.

Mi divide solo una lunghezza da Rossi, quindi è importante portare a casa più punti possibili – afferma – Questa pista mi piace e l’importante sarà partire davanti perché la prima curva è veramente vicina”.

Chi potrà scombinare i piani è Jorge Lorenzo, che non ha nulla da perdere. A seconda della sua posizione potrebbe avvantaggiare o svantaggiare gli ‘uomini di classifica’. Il maiorchino ha un piglio da combattente.

Arrivo da quattro secondi posti consecutivi, non certo un gran primato, perché quello che voglio è vincere – afferma – So che non sarà facile anche se nelle ultime gare sono sempre stato competitivo. Questa non è una pista che avvantaggi troppo la Yamaha, ma l’anno scorso ho fatto comunque una bella gara e la vittoria non è impossibile”.

Trova anche il tempo di scherzare sui presunti aiuti dei test di qualche mese fa, “non ho una buona memoria, non ricordo cosa è successo ma mi sembra di essere andato veloce”.

Tre spagnoli davanti al loro pubblico, ci sarà da divertirsi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti