Tu sei qui

MotoGP, Rossi: ad Aragon per ripetere Misano

Yamaha all'assalto. Lorenzo: "è una pista Honda ma anche Motegi lo è e sono riuscito a vincere"

Non c’è niente di meglio di una vittoria per arrivare carichi a un nuovo GP e questo ‘vantaggio’ ad Aragon spetta a Rossi. Valentino ha regalato a Misano la prima vittoria stagionale sia a se stesso che alla Yamaha e fra pochi giorni dovrà nuovamente affrontare gli spagnoli, ma nella loro tana.

Vincere è sempre importante, ma il Dottore vuole dimostrare di essere competitivo su ogni pista, da qui a fine stagione. Sul circuito spagnolo lo scorso anno aveva conquistato il primo podio e l’obiettivo è sicuramente quello di migliorarsi. Con un occhio su Pedrosa perché, se il titolo ormai è nelle mani di Marquez, per il secondo posto in campionato la lotta è aperta.

Andare ad Aragon dopo avere vinto nel Gran Premio di casa è veramente bello. È stata una buona gara, abbiamo lavorato bene per tutto il fine settimana e il risultato è stato spettacolare – ricorda Rossi - Adesso dobbiamo provare a ripetere quello fatto a Misano. L’obiettivo principale è continuare in questo modo, lottando per le posizioni che contato ogni weekend. Sono solo a un punto di distanza da Dani in campionato e voglio battermi per la seconda posizione. In particolar modo, voglio essere forte in ogni pista. Sono arrivato alla vittoria a Misano passo dopo passo e devo continuare così fino alla fine. Siamo sulla strada giusta”.

La tappa di Aragon è importante anche per Jorge Lorenzo che vuole raggiungere quella vittoria che gli manca da ormai troppo tempo. La doppietta di Misano è un bel punto da cui partire, il segno che la M1 è migliorata.

Il Motorland è una bella pista ma è anche uno dei pochi circuiti in campionato in cui non sono mai riuscito a vincere – afferma il maiorchino - Stando agli anni scorsi sembra addirsi più ai nostri rivali, ma penso che questa volta potremmo essere più vicini perché abbiamo fatto un paio di giorni di test qui dopo il GP di Barcellona e abbiamo qualche riferimento. Sto ancora inseguendo la mia prima vittoria della stagione e Misano non è stato il posto giusto, ma non sono preoccupato. Spero di avere un buon fine settimana e vedremo cosa accadrà, non si può mai sapere. L’anno scorso ho vinto a Motegi, una pista Honda, ed è stata un’enorme sorpresa. Non vedo perché non potrei fare lo stesso ad Aragon”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti