Tu sei qui

Kawasaki Ninja H2: ecco la sovralimentazione

Settimo video in attesa della presentazione al Salone di Colonia: Akashi mostra il compressore

Iscriviti al nostro canale YouTube

Kawasaki Ninja H2. Una sigla che verosimilmente, sta calamitando l'attenzione di addetti ai lavori, tecnici ed appassionati per una moto che, senza ombra di dubbio, rappresenta uno strappo con quanto finora proposto dal panorama delle due ruote.

Eppure, sembra strano come di questa moto si siano potuti carpire degli indizi dati da alcuni video-teaser che la casa di Akashi sta svelando in rete, in avvicinamento al prossimo salone Intermot di Colonia, quando verrà ufficialmente svelata. Una storia, invero, nata addirittura un anno fa, quando al Salone di Tokio, vetrina delle sorelle giapponesi su due ruote, Kawasaki mostrò un motore sovralimentato.

Si parlava di turbo, ed invece, a distanza di poco meno di un anno, si è a conoscenza di un quattro cilindri con compressore centrifugo, in grado di superare - ma questo rimane ancora nel mondo delle ipotesi - i 200 cavalli.

Avevamo ipotizzato una cilindrata intermedia la scorsa volta, rimasta ancora top secret, che verrà conseguentemente compensata dal compressore. La sovralimentazione, questo è noto, è data ad un compressore centrifugo azionato meccanicamente, quindi con la girante spinta non dai gas di scarico, come avverrebbe con un turbo, ma attraverso un collegamento agli organi in moto rotatorio del motore. Si ipotizza una cascata di ingranaggi.

Scelte, come esemplificato anche da quest'ultimo video, dettate anche dal vasto back-ground di Akashi in questo ambito, che porterà la H2 ad avere la possibilità di poter variare la velocità della girante, in base a dei relatori predefiniti, come ad esempio la marcia o la mappatura del motore, attraverso quella che dovrebbe essere una specie di trasmissione gestita elettronicamente.

In questo settimo video inoltre, si può notare comunque la posizione del gruppo compressore, inserito dietro i cilindri, con la girante che si trova in una sorta di "girella", di chiocciolina, comunque di abbondanti dimensioni. Questa è collegata al carter che dovrebbe contenere il sistema di trasmissione. Disquisizioni tecniche che potranno essere sanate fino in fondo tra poco più di dieci giorni. Rimanete collegati!


 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti