Tu sei qui

Ducati 1299 Panigale: galeotta fu la rete

Spunta una foto galeotta all'annuale convention americana per i rivenditori. Più tiro ai medi e 10 cavalli in più

Ducati 1299 Panigale: galeotta fu la rete

In un mondo in cui la comunicazione passa attraverso la cultura della condivisione - e tecnicamente non potrebbe essere altrimenti, considerando l'etimologia della parola comunicazione - la contrazione spaziale data dall'avvento delle tecnologie ha portato ad avere informazioni "a portata di click".

Ora, tralasciando disquisizioni etiche e gnoseologiche su quanto il world wide web sia un eccellente strumento di informazione, se supportato da conoscenza ed etica lavorativa, il mondo della comunicazione sociale con quello dell'informazione si è sempre di più intersecato, congiunto e disgiunto, plasmato e diviso.

Così, una semplice foto su facebook che ritrare quattro facce sorridenti per un premio vinto, può diventare elemento prova di supposizioni e indagini giornalistiche. La foto ritrae i vincitori del premio annuale di "miglior dealer" d'America durante l'annuale convention delle concessionarie nord americane, dove vengono svelati e anticipati i mezzi dell'annata ventura. I quattro ragazzi di Portland hanno voluto condividere questo momento, suggellando il tutto con una bella foto con sullo sfondo una inequivocabile sigla: 1299.

La foto, rimbalzata e rilanciata sul forum Ducati UK ha fatto letteralmente il giro del mondo, nonostante l'originale fosse stata rimossa. Vi erano delle indiscrezioni al riguardo, ma questo elemento ne è una prova. Borgo Panigale, piuttosto sottobanco, svelerà, presumibilmente al prossimo salone Eicma, la nuova versione della propria Superbike. Ulteriori disquisizioni rimangono all'interno del mondo delle ipotesi, ma secondo i colleghi - anche loro americani - di Asphalt&Rubber, questo nuovo modello andrà a sostituire la versione R della 1199, mentre la versione base e la versione S rimarranno a listino.

Cosa dovrebbe cambiare quindi? La 1299, dal punto di vista "estetico" dovrebbe avere un affinamento del design ed un nuovo scarico. Tecnicamente si dovrebbe arrivare ad un aumento di cilindrata, molto probabilmente a Borgo Panigale avranno voluto ottemperare a quello che finora è stato il tallone d'achille del motore Superquadro bolognese, ovvero il tiro ai medi.

Il Testastretta infatti, aveva il suo tiro fin dai primi giri, grande prerogativa bicilindrica, che permetteva tanta coppia a disposizione praticamente sempre, per ottemperare al calo dell'allungo rispetto a un quattro cilindri.

Di contro, il motore Superquadro, con il suo rapporto di 112 x 60.8 ed una velocità media del pistone di circa 22 mt/s - valore elevato ma comunque ancora nei limiti - aveva "alzato l'asticella", cercando un maggiore tiro verso l'alto. La 1199 Panigale infatti, sotto i cinquemila giri, risultava più "fiacca", ma al contempo, non poteva avere un allungo di un quattro cilindri. Queste son sempre state le critiche protratte, a cui, evidentemente, si è voluto porre rimedio, incrementando il tiro ai medi, oltre ad aumentare la potenza di circa 10 cavalli.

Ecco quindi la soluzione, aumentando la cilindrata, tramite - ipotizziamo - l'aumento della corsa che, a parità di alesaggio, incrementerebbe al contempo la velocità media del pistone.

Conseguentemente però la corsa maggiore, abbasserebbe il regime di potenza massima, in modo da ottenere, bene o male la stessa potenza in termini di cavalli (in questo caso, sembrerebbe dieci in più) ma incrementando ovviamente la coppia.

Per saperne di più comunque, dovremmo attendere il prossimo Salone Eicma 2014. La vetrina di Intermot infatti sarà tutta per la nuova Scrambler. Questo quello che sappiamo e che abbiamo potuto ipotizzare sulla nuova Ducati 1299 Panigale.

Disquisizioni, discussioni, ragionamenti. Il tutto per una foto di quattro ragazzi sorridenti postata su facebook. Galeotta fu la rete.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti